Ghirlanda Silent, il gruppo di lettura per lettori introversi

Il 16 dicembre 2020 è nato il primo gruppo di lettura silenzioso (Silent Book Club) di Brugherio. Mercoledì 14 aprile 2021 ci ritroviamo di nuovo online

La biblioteca di Brugherio ha inaugurato Ghirlanda Silent, il gruppo di lettura online pensato per condividere lo spazio e il tempo dell'esperienza della lettura. Un'esperienza individuale, in cui ciascuno è concentrato sul proprio libro, sapendo che questa medesima esperienza la sta vivendo insieme ad altri.

Leggere un libro è il momento in cui finalmente usciamo dalla quotidianità per immergerci in uno spazio di libertà personale. Anche questa esperienza dalla dimensione così privata può conoscere momenti di condivisione: il fruscio delle pagine sfogliate, una frase che colpisce, uno sguardo che si alza per afferrare meglio la nascita di un pensiero.

Sul portale della Rete dei Gruppi di Lettura trovi un breve resoconto degli incontri precedenti.
Ecco i passaggi delle nostre letture che abbiamo sottolineato: https://padlet.com/bibliotecabrugherio/tzmjl4tdh49hx50o e i libri che abbiamo letto tra un appuntamento e l'altro: https://padlet.com/bibliotecabrugherio/ogd6qi08exwngio1 

Ci ritroviamo insieme per la quinta volta, leggendo in silenzio ciascuno il proprio libro, mercoledì 14 aprile 2021 dalle 20.45 alle 22.
Scegli tu il titolo e l'angolo della casa dove ti dedicherai alla lettura.
Per iscriverti manda un'e-mail a biblioteca@comune.brugherio.mb.it e riceverai il link per partecipare.

Gli appuntamenti proseguiranno online con cadenza mensile (ogni secondo mercoledì); quando sarà consentito, potremo leggere i libri, sempre ciascuno per sé, ma insieme nello stesso luogo, in biblioteca. E in biblioteca sarà emozionante ri-conoscerci, fra tanti, lettori silenziosi!

Se vuoi scoprire i Silent Book Club nel mondo e la storia della loro nascita, visita il sito ufficiale. Trovi l'elenco di tutti i gruppi attivi in Italia alla pagina https://silentbook.club/search?q=italy

Canale Ghirlanda: conferenza di Gabriel Pacheco e concerto della Fondazione Piseri

Giovedì 15 aprile 2021 alle 18, Gabriel Pacheco, illustratore e curatore della mostra Le immagini della fantasia, inaugura l'edizione 2021 dell'esposizione a Brugherio, con una conferenza intitolata Illustrare il bosco delle fiabe, trasmessa in diretta streaming sul nostro canale YouTube.
La mostra (di cui ospitiamo le sezioni Buscare nel bosco, Selve domestiche e Allievi) prosegue in biblioteca fino al 5 maggio: consulta il calendario degli appuntamenti.

Sabato 17 aprile 2021 alle 18, in diretta streaming sul nostro canale YouTube, Piseri Ensemble: i giovani archi in un concerto dedicato alla primavera, all'acqua e alla libertà.
G.F. Haendel: Four Pieces da "Water Music”; Carlo Boccadoro: Aria di vetro; W.A.Mozart: Divertimento in re maggiore KV 136.
Direttore: Piercarlo Sacco; scuola di musica Fondazione Luigi Piseri: violini primi: Maurizio Ghezzi, Silvia Gabardi, Francesca Gazzola, Michela Lissoni; violini secondi: Giulia Gambaro, Andrea Borgonovo, Pietro Cirino, Marcello Pozzi; viole: Roberto Ghezzi, Enrico Brenna, Regina Carbonara; violoncelli: Marco D'Urso, Federico Giacalone, Federico Parnanzini; contrabbasso: Stefano Ghezzi.

Scarica:

Mostra internazionale di illustrazione per l'infanzia "Le immagini della fantasia", 38esima edizione

Dal 15 aprile al 5 maggio 2021 in biblioteca viene allestita la tradizionale mostra internazionale Le immagini della fantasia, curata dalla Fondazione Zavrel di Sàrmede, sotto la direzione artistica di Gabriel Pacheco.

A Brugherio sono esposte le tavole di nove artisti da tutto il mondo, ambientate in quello che è il luogo principe delle fiabe, il bosco. Una sezione della mostra è appunto intitolata Buscare nel bosco.

Illustrare il bosco delle fiabe è il titolo della conferenza di apertura della mostra, in programma giovedì 15 aprile alle 18, in diretta streaming sul nostro canale Youtube. A parlare sarà il direttore artistico, Gabriel Pacheco, illustratore messicano di fama internazionale, che ha scelto di essere presente di persona a Brugherio per dare il via a questa edizione.

C’è anche un bosco metaforico: esistono nei luoghi consueti della vita quotidiana, dentro le nostre stesse case, zone in cui intricate moltitudini di oggetti creano, nella confusione, nascondigli e posti segreti. Questo è il tema dell’altra sezione della mostra, intitolata Selve domestiche, curata da Marnie Campagnaro, docente di Teoria e Storia della letteratura per l’infanzia all’Università di Padova.
La sezione ospita le tavole di cinque albi, illustrati da altrettanti artisti provenienti da tutto il mondo, che ci trasportano d’incanto in luoghi consueti e allo stesso tempo misteriosi; domestici e quotidiani e allo stesso tempo selvatici.

L'ultima sezione presente in mostra è quella degli allievi della scuola internazionale di illustrazione, con un omaggio a Gianni Rodari.

Sono in programma visite guidate, naturalmente contingentate, su prenotazione e nel pieno rispetto delle norme di sicurezza anti pandemia. Ci si può prenotare, per telefono (allo 039.28.93.401) o e-mail, per un turno a scelta nel periodo dal 16 aprile al 5 maggio, nei pomeriggi dal martedì al venerdì, con quattro visite, una all’ora a partire dalle 15.
Le visite vengono effettuate solo quando la Lombardia è in zona gialla.

Da fine mese sarà disponibile sul sito del Comune di Brugherio la visita virtuale, grazie alla collaborazione dell’ufficio cultura. Anche online, dunque, si potranno vedere le tavole della mostra, ciascuna corredata di didascalia che potrà essere letta o ascoltata. Bambine e bambini troveranno un percorso virtuale a loro dedicato, pieno di sorprese.

Abbiamo organizzato dei laboratori online (occorre iscriversi -i posti sono limitati-, procurarsi per tempo l’occorrente, collegarsi all’orario stabilito e tenere un adulto "a portata di mano" in caso di necessità).

Oplà, la casa è fatta, è riservato ai bambini di prima e seconda elementare, prevede l’uso di carta, forbici e colori. I due appuntamenti in calendario sono sabato 17 aprile e mercoledì 5 maggio, alle 15.

Per ll bosco in uno strappo, pensato per chi è in terza, quarta o quinta elementare, servono carta assorbente e acquerelli. Si svolge mercoledì 21 e 28 aprile, alle 18.

Non potevano certo mancare le storie da ascoltare: ci pensano i Sopravoce, lettori volontari della biblioteca, a leggere e animare fiabe dal bosco e dalle selve domestiche.
I due appuntamenti in streaming, dedicati a bambine e bambini delle elementari, sabato 24 aprile e sabato 1 maggio alle 15, sono aperti a tutti coloro che si vogliono collegare liberamente al canale YouTube della biblioteca

La vita davanti a noi, gruppo di lettura online

Il 24 febbraio 2021 è partito il gruppo di lettura dedicato alla letteratura francese contemporanea, condotto da Cinzia Assi. Mercoledì 28 aprile ci ritroviamo di nuovo online

In questo momento un po’ strano ed estraniante c’è bisogno di riprendere a parlare di letteratura. Certo per chi la ama le occasioni e i tempi per leggere "in solitaria" sono stati molti. Ma ora è giunto il tempo di ricondividere le nostre passioni.
Ho pensato alla letteratura francese contemporanea e sono stata guidata nella scelta da bisogni di tipo emotivo: questi libri parlano molto sia alla nostra testa, sia alle nostre viscere e al nostro cuore. Un altro motivo di scelta sono stati i titoli, che sono tutti molto poetici.
Ci diamo questo appuntamento online e poi chissà... (Cinzia Assi)

Per iscriverti compila il modulo alla pagina http://bit.ly/Ghirlande21Iscrizioni. Il giorno dell'evento riceverai il link per partecipare.

Il prossimo incontro è mercoledì 28 aprile 2021 dalle 20.45 alle 22.

Gli appuntamenti successivi saranno il 26 maggio e 23 giugno. Ci si può unire al gruppo anche a percorso già iniziato.

I libri di cui parleremo sono disponibili in biblioteca, oppure in formato eBook, sia su Biblioclick, sia su Media Library On Line.

Scarica

Sei una giovane ricercatrice o un giovane ricercatore brugherese?

La biblioteca cerca proprio te...

No, non è un’offerta di lavoro né l’avviso per un bando di finanziamento. Semplicemente, è una chiamata a conoscersi e farvi conoscere: come Amministrazione comunale siamo convinti che voi rappresentiate, singolarmente e insieme, un vero patrimonio della nostra città.

Ci piacerebbe quindi che le giovani e i giovani originari di Brugherio o che abbiano forti legami con la nostra città, avviati in carriere di ricerca nei vari campi del sapere umano, siano conosciuti e collegati in una rete, facente capo alla nostra biblioteca.

Stiamo pensando a dottorandi, assegnisti, borsisti postdoc, insomma, il mondo “di mezzo” che va dalla laurea magistrale fino alla docenza universitaria esclusa.

Vorremmo sapere chi siete, di cosa vi occupate, dove svolgete l’attività di ricerca, così da costruire una sorta di data-base che non sia un semplice elenco di nomi e occupazioni, ma una mappa che a colpo d’occhio fornisca un'immagine di questo tesoro che la nostra città possiede.

Punto di raccolta e centro dinamico di questa mappa sarà la nostra biblioteca, che avrà cura di immaginare insieme con voi qualche futura iniziativa pubblica in cui possiate essere protagonisti: ci piacerebbe dar voce alle ricerche di cui vi occupate e -perché no?- ai vostri desideri/ambizioni e alle difficoltà che incontrate. Sappiamo che non è facile questo itinerario, non sempre viene riconosciuto e valorizzato come sarebbe giusto; attraverso di voi vorremmo dare visibilità e rilievo all’importanza cruciale della ricerca pubblica.

Siete anche una preziosa fonte di sapere, in quanto posizionati alle frontiere più avanzate della conoscenza, sparsi nei vari centri di ricerca in tutto il mondo: vi piacerebbe rendere partecipi i vostri concittadini delle conoscenze che andate scoprendo? Siamo sicuri che tantissime persone comuni sono interessate e appassionate di nuove conoscenze, lo abbiamo verificato nell’adesione che suscitano iniziative quali la rassegna “Scienza, ultima frontiera” o i gruppi di lettura “Ghirlande”.

Per poter dare concretezza a tutte queste prospettive, il primo passo è conoscervi e sapere che ci siete. Contattate la biblioteca di Brugherio attraverso qualsiasi canale comunicativo: telefono (039.2893.401), e-mail, pagina Facebook. L’appello è rivolto a tutti: se conoscete ricercatrici e ricercatori legati a Brugherio, fate sapere loro che li stiamo cercando, oppure mandateci un riferimento e ci penserà la biblioteca ad avviare il contatto. Raccoglieremo le informazioni per costruire la base di questa rete.

Che nome dare a questa nascente realtà, che speriamo vivace e feconda? Lo sceglieremo insieme: siamo o non siamo ricercatori?

L’assessora alle Politiche culturali
Laura Valli

Scienza ultima frontiera: i virus e i vaccini

Stiamo pubblicando sul nostro canale YouTube una serie di interviste ad autorevoli scienziati, per portare un po’ di sana informazione e di chiarezza su delicatissime questioni di stretta attualità. Una sorta di espansione online della rassegna “Scienza ultima frontiera”.

Il primo ospite è Guido Barbujani, genetista dell’università di Ferrara, esperto di biologia evoluzionistica, sollecitato in particolare sul tema delle varianti del virus.

Il secondo intervistato è l’immunologo Guido Forni, già docente all’università di Torino, ricercatore, membro dell’Accademia dei Lincei, che risponde in modo semplice ed efficace alle grandi domande sui vaccini: cosa sono, come funzionano, chi li inventa, come si producono, chi li paga, chi li approva, chi e come ne controlla la sicurezza.

Il terzo contributo è quello di Andrea Grignolio, storico della medicina, docente di Medical Humanities e Bioetica all’Università Vita-Salute S. Raffaele di Milano. Con lui abbiamo indagato il fenomeno della "Vaccine Hesitancy", che riguarda chi si fida poco o niente dei vaccini, non li ritiene sicuri, efficaci, necessari per la collettività, fino alle posizioni più estreme dei no-vax.

Con Romano Madera, filosofo e psicoanalista, abbiamo invece affrontato il tema della salute psichica in tempo di pandemia. Il malessere riguarda tutte le categorie, dai bambini agli adolescenti, dagli adulti agli anziani. Il punto di vista di un intellettuale a tutto tondo, che offre molti sguardi diversi e interdisciplinari.

L’intento, come al solito, è di offrire una fonte autorevole e chiara sullo stato attuale delle conoscenze, contro ogni mistificazione o diffusione di post-verità.
È il nostro contributo ad una corretta e diffusa informazione ai cittadini.

Prenota & Ritira e prestito a domicilio

La biblioteca offre il servizio di ritiro su prenotazione dei titoli richiesti dal catalogo www.biblioclick.it, oltre al prestito con consegna a domicilio.

Prenota & Ritira

  • Accedi a www.biblioclick.it (o all'applicazione per dispositivi mobili) con numero di tessera e password
  • Effettua la richiesta
  • Scegli Brugherio come biblioteca di ritiro.

Aspetta quindi di ricevere l'e-mail di disponibilità, poi puoi venire a ritirare quello che hai richiesto entrando dal cortile della lettura "Tina Magni", in via Italia 19. Lo terremo a tua disposizione per sette giorni dalla data di invio dell'e-mail.

Se non hai la password per accedere o hai difficoltà ad usare Biblioclick, telefonaci allo 039.28.93.401, scrivici un'e-mail o contattaci su www.chiediloanoi.it 

Se non hai mai effettuato l'accesso a Biblioclick, guarda i video tutorial in cui ti spieghiamo come fare.

Per le restituzioni è disponibile il box accanto all'ingresso della biblioteca, accessibile 24 ore su 24 e 7 giorni su 7.

Prestito a domicilio

Il servizio è destinato alle persone residenti a Brugherio o che abbiano in città un loro domicilio o luogo di consegna.

Per fare la richiesta occorre usare esclusivamente il sito web del catalogo www.biblioclick.it (NON l'applicazione per dispositivi mobili).

  • Accedi a www.biblioclick.it con numero di tessera e password
  • Effettua la richiesta (di 5 titoli al massimo)
  • Scegli Brugherio come biblioteca di ritiro e prima di dare conferma compila il campo Nota utente con il tuo indirizzo preciso, tutte le eventuali informazioni necessarie a trovare facilmente il citofono, nonché un numero di telefono reperibile.
    Attenzione! In assenza di queste indicazioni, la richiesta verrà considerata Prenota & Ritira, quindi terremo da parte il libro per te e dovrai venire in biblioteca a ritirarlo, entrando dal cortile della lettura "Tina Magni".

NotaUtentePAD

Se non hai la password per accedere o hai difficoltà ad usare Biblioclick, telefonaci allo 039.28.93.401, scrivici un'e-mail o contattaci su www.chiediloanoi.it 

Se non hai mai effettuato l'accesso a Biblioclick, guarda i video tutorial in cui ti spieghiamo come fare.

Consegneremo i prestiti a domicilio entro tre giorni dalla richiesta.
Ti citofoneremo, ma non potremo accedere all’interno degli edifici: daremo il sacchetto alla persona che viene all’ingresso o concorderemo di lasciarlo all’esterno.

I libri (o altro materiale consegnato) risulteranno già in prestito sulla tessera di chi li ha richiesti, per i soliti trenta giorni, rinnovabili alle consuete condizioni.
Non è dunque necessario presentare la tessera della biblioteca a chi fa la consegna.

Non effettueremo mai, per alcun motivo, un servizio di restituzione: per questo bisogna sempre e soltanto usare il box all’esterno del portone di ingresso di via Italia 27.

Ti chiediamo di trattare con attenzione il materiale, perché non diventi veicolo di trasmissione del virus.

Tutti i rientri vengono rigorosamente sottoposti alla quarantena prevista dalle linee guida in materia, ciò nondimeno è buona prassi che vengano usate le attenzioni a cui ci siamo abituati in questo periodo, in particolare: non tossire o starnutire sui libri, usare la mascherina per leggere se positivi, disinfettarsi le mani prima di maneggiare il materiale della biblioteca.

torna all'inizio del contenuto