Acconciatore

Descrizione Servizio

L’attività professionale di acconciatore comprende tutti i trattamenti e i servizi volti a modificare, migliorare, mantenere e proteggere l’aspetto estetico dei capelli, ivi compresi i trattamenti tricologici complementari che non implichino prestazioni di carattere medico, curativo o sanitario, nonché il taglio e il trattamento estetico della barba e ogni altro servizio inerente o complementare. Le attività di acconciatura, oltre ai servizi sopra indicati, possono comprendere anche prestazioni semplici di manicure e pedicure estetico.

L’esercizio dell’attività di acconciatore, ovunque svolta, in luogo pubblico o privato, anche in forma gratuita, è subordinato al possesso dell’abilitazione professionale di cui all’art. 3, commi 1 e 6, della legge n. 174/2005.

L’attività di acconciatore può essere svolta esclusivamente in locali rispondenti alle vigenti norme urbanistiche, edilizie e sanitarie.

La vigilanza sugli aspetti igienico-sanitari e di tutela e sicurezza dei lavoratori e degli utenti è esercitata dall’ASL.

Cosa occorre presentare

SCIA planimetria dei locali (in scala non inferiore a 1:100; dovranno essere indicati, per ogni locale, destinazione d’uso, superficie, altezza, operazioni che vi si svolgono).

Il possesso dei requisiti professionali dovrà essere espressamente indicato all’atto dell’inserimento della pratica eventualmente allegandone la relativa documentazione.

In caso di subingresso occorre allegare, inoltre, atto o certificato notarile.

Occorre inoltre provvedere al versamento dei diritti sanitari di € 34,00 a favore dell’ASL MONZA E BRIANZA.

Il versamento potrà essere effettuato anche on line, tramite il portale www.impresainungiorno.gov.it, all’atto dell’inserimento della pratica, nella sezione Pagamento Oneri, con carta di credito o tramite bonifico IConto.

Modalità di presentazione

In base alle nuove regole stabilite dal D.P.R. n. 160 del 07 settembre 2010, una pratica SUAP deve essere presentata esclusivamente in modalità telematica, e quindi non può più essere trasmessa in forma cartacea allo sportello Suap (a mano, per posta o per fax). Non è consentito nemmeno l’invio tramite PEC in quanto non costituisce modalità di trasmissione telematica.

Le pratiche presentate seguendo le previgenti modalità tradizionali, per legge, saranno considerate irricevibili e inefficaci e pertanto non produrranno alcun effetto giuridico.

A far tempo dal 1.7.2012, ai sensi del D.P.R. 07.09.2010 n. 160, il Comune di Brugherio ha stipulato, con la Camera di Commercio di Monza e Brianza, una convenzione che consente alle imprese di utilizzare il portale impresainungiorno.gov.it per l'avvio, modifica e cessazione delle attività economiche.

Per inoltrare le pratiche relative a questa sezione è obbligatorio utilizzare la procedura informatica di cui al seguente link http://www.impresainungiorno.gov.it/sportelli-suap

Occorrerà selezionare il Comune di Brugherio e dopo aver proceduto alla registrazione sarà possibile compilare la pratica on-line. Per inoltrare la pratica occorrerà essere muniti di firma digitale.

Il sistema, dopo aver proceduto ad un controllo formale dell’istanza presentata, rilascerà automaticamente una ricevuta. Sarà possibile, inoltre, verificare lo stato di avanzamento della propria pratica.

Normativa

Legge 14.2.1963, n. 161 - Legge 17 agosto 2005, n. 174 - Relativo Regolamento comunale - L.R. 1/2007 - DGR 3 aprile 2007, n. 8/4502

torna all'inizio del contenuto