Per la 41a Stagione Teatrale 2022 "Pierre e Mohamed"

Informazioni Generali

  • Martedì 31 maggio 2022
  • Cinema Teatro San Giuseppe
  • Lo spettacolo è tratto dal libro di Adrien Candiard, domenicano, teologo e islamologo residente al Cairo

Martedì 31 maggio, con inizio alle ore 21:00 è di scena al San Giuseppe di via Italia 51 a Brugherio, per la 41a Stagione Teatrale 2022, "Pierre e Mohamed", il monologo teatrale dedicato alla vicenda di Pierre Claverie, vescovo di Orano, e di Mohamed Bouchikhi, giovane musulmano, amici e uccisi nello stesso attentato il 1° agosto 1996 in Algeria.

Il primo ha scelto di restare in Algeria per testimoniare Cristo dentro la violenza del terrorismo. Il secondo ha deciso di diventare il suo autista.

Pierre e Mohamed vivono nell’Algeria degli anni Novanta, nel momento in cui infuria la guerra civile che ha causato oltre 150mila morti nello scontro fratricida fra integralisti islamici e militari.

Queste due voci raccontano un’amicizia in grado di vincere, spiritualmente, anche la morte: il vescovo Pierre che resta a fianco del suo popolo come chi rimane “al capezzale di un fratello ammalato, in silenzio, stringendogli
la mano”.

Per questo motivo oggi la Chiesa lo riconosce martire.

E l’autista Mohamed, ben consapevole del rischio, che resta accanto all’amico cristiano in pericolo di vita.

Fino alla fine, fino a quel drammatico 1° agosto 1996.

Lo spettacolo, è stato messo in scena dal regista Francesco Agnello e interpretato dall’attore Lorenzo Bassotto.

Le voci dei due protagonisti, Pierre e Mohamed, si alternano nello spiegare le ragioni del loro legame di amicizia. Le parole di monsignor Claverie sono autentiche, perché tratte dai suoi scritti, mentre quelle di Mohamed sono frutto della libera interpretazione di Candiard.

Documentazione collegata

torna all'inizio del contenuto