Coronavirus

Informazioni Generali

  • Martedì 19 gennaio 2021
  • Ultimi aggiornamenti e informazioni

I dati della pandemia a Brugherio 14 giugno 2021

CORONAVIRUS: I DATI DI BRUGHERIO

Come ogni lunedì, aggiorniamo i dati sulla situazione dei casi di positività a Brugherio, come dai dati di Regione ed ATS.

Nella scorsa settimana si sono registrati 6 nuovi casi di positività, erano 9 la scorsa settimana, e 14 certificazioni di guarigione, erano 16 la settimana precedente.

Il totale delle persone risultate positive da inizio pandemia è di 3.263; alle quali vanno aggiunte le 171 persone scomparse, nessuna in questa settimana.

Il numero totale dei guariti è arrivato a 3.234.

Al momento sono 29 le persone ancora alle prese con il covid, erano 37 la settimana scorsa, con una età media di 44 anni rispetto ai 40 anni di sette giorni fa.

Anche questa settimana pubblichiamo i cinque grafici esplicativi;

il primo presenta l’evoluzione giornaliera di guariti e nuovi positivi nella settimana appena conclusa;

daticovid14giugno1

il secondo un confronto con le settimane precedenti;

daticovid14giugno2

il terzo l’evoluzione giornaliera di guariti nell’ultimo mese;

daticovid14giugno3

il quarto l’evoluzione giornaliera di nuovi positivi nell’ultimo mese;

daticovid14giugno4

Il quinto grafico riporta la distinzione per fasce d'età degli attuali positivi, sia con la classificazione che utilizza il Ministero della Salute, sia con una suddivisione con classi d'età di 20 anni l'una

daticovid14giugno5.

Oggi è il primo giorno di Lombardia in “zona bianca”,alla pagina dedicata di Regione Lombardia: https://bit.ly/3wfDM0V si possono trovare trovare tutte le regole in vigore.

I dati della pandemia a Brugherio 7 giugno 2021

Anche questa settimana, aggiorniamo i dati sulla situazione dei casi di positività a Brugherio, come dai dati di Regione ed ATS.

Nella scorsa settimana si sono registrati 9 nuovi casi di positività contro i 20 della settimana precedente e 16 certificazioni di guarigione, erano 33 la settimana prima.

Il totale delle persone positive da inizio pandemia è giunto a 3.257; al quale vanno aggiunte 171 persone scomparse, poiché il controllo dei dati anagrafici degli scomparsi di maggio ha evidenziato 4 nomi che, nei mesi scorsi, erano nell’elenco delle persone positive poi guarite.

Il numero totale dei guariti è arrivato a 3.220.

Ad oggi sono 37 le persone ancora alle prese con il covid, erano 44 sette giorni fa, l’età media oggi è di 40 anni, la settimana scorsa era di 38 anni.

Presentiamo i cinque grafici esplicativi:

il primo presenta l’evoluzione giornaliera di guariti e nuovi positivi nella settimana appena conclusa;

daticovid7giu1

il secondo un confronto con le settimane precedenti;

daticovid7giu2

il terzo l’evoluzione giornaliera di guariti nell’ultimo mese;

daticovid7giu3

il quarto l’evoluzione giornaliera dei nuovi positivi nell’ultimo mese;

daticovid7giu4

Il quinto grafico vi riporta la distinzione per fasce d'età degli attuali positivi, sia con la classificazione che utilizza il Ministero della Salute sia con una suddivisione in classi d'età di 20 anni ciascuna

daticovid7giu5.

Anche a Brugherio, i numeri sono in diminuzione, per questo si può ipotizzare che la Lombardia diventi “zona bianca” dalla prossima settimana; nel frattempo dal 7 giugno coprifuoco sarà attivo dalle 24 alle 5.

I dati della pandemia a Brugherio 31 maggio 2021

Anche questa settimana aggiorniamo i dai dei casi di positività in città, come dai dati tinviati da Regione e ATS.

Nella settimana precedente, 20 sono stati i nuovi casi di positività, stesso numero dei precedenti sette giorni e 33 le certificazioni di guarigione, 30 la settimana precedente.

Il totale dei positivi da inizio pandemia è giunto a 3.248, ai quali vanno aggiunte le 167 persone scomparse, nessuna in questa settimana.

Il numero totale dei guariti è di 3.204, mentre 44 sono le persone ancora affette da covid, erano 57 la settimana scorsa.

L’età media è di 38 anni, contro i 42 della settimana precedente.

Anche questa settimana pubblichiamo i cinque grafici;

il primo presenta l’evoluzione giornaliera di guariti e nuovi positivi nella settimana appena conclusa;

daticovid31maggio1web

il secondo un confronto con le settimane precedenti;

daticovid31maggio2web

il terzo l’evoluzione giornaliera di guariti nell’ultimo mese;

daticovid31maggio3web

il quarto l’evoluzione giornaliera di nuovi positivi nell’ultimo mese;

daticovid31maggio4web

il quinto la distinzione per fasce d'età degli attuali positivi, sia con la classificazione che utilizza il Ministero della Salute, sia con una suddivisione con classi d'età di 20 anni l'una

daticovid31maggio5web.

Con l’applicazione del decreto legge 18 maggio 2021 in questi giorni è prevista la ripartenza di nuove attività tra le quali dal primo giugno il consumo di cibi e bevande anche all’interno dei locali, nel rispetto dei limiti orari agli spostamenti, e sarà consentita, con alcune regole, la presenza di pubblico ad eventi sportivi e competizioni di livello agonistico riconosciuti di preminente interesse nazionale da CONI e CIP, nonché a competizioni ed eventi sportivi che si svolgono all’aperto.

La sintesi delle regole attualmente in vigore è pubblicata alla pagina dedicata di Regione, Lombardia.

I dati della pandemia a Brugherio 24 maggio 2021

Come ogni lunedì, aggiorniamo i dati brugheresi della situazione Covid, come dai dati di Regione ed ATS.

Nella scorsa settimana si sono registrati 20 nuovi casi di positività contro 19 della settimana precedente e 30 nuove certificazioni di guarigione, erano 48 la settimana prima.

Il totale delle persone positive da inizio pandemia è arrivato a 3.228 a cui va aggiunto il numero dei deceduti, che è di 167, nessuno dei quali nella scorsa settimana.

Il numero totale dei guariti è di 3.171.

Oggi sono 57 le persone attualmente affette da covid, erano 67 settimana scorsa, con una età media di 42 anni, contro i 45 di sette giorni fa.

Pubblichiamo i cinque grafici esplicativi:

il primo presenta l’evoluzione giornaliera di guariti e nuovi positivi nella settimana appena conclusa;

daticovid24maggio1

il secondo un confronto con le settimane precedenti;

daticovid24maggio2

il terzo l’evoluzione giornaliera di guariti nell’ultimo mese;

daticovid24maggio3

il quarto l’evoluzione giornaliera di nuovi positivi nell’ultimo mese;

daticovid24maggio4

il quinto la distinzione per fasce d'età degli attuali positivi, sia con la classificazione che utilizza il Ministero della Salute, sia con una suddivisione con classi d'età di 20 anni l'una

daticovid24maggio5

In questi giorni sono previste le riaperture di nuove attività a seguito delle decisioni del Governo con l’approvazione del decreto legge del 18 maggio 2021, dalla riapertura dei centri commerciali nel fine settimana allo spostamento alle ore 23 del coprifuoco, passando per la riapertura delle palestre.

Tutte le informazioni sono consultabili alla pagina dedicata di Regione Lombardia: https://bit.ly/3ws6v29

 

I dati della pandemia a Brugherio, 17 maggio 2021

Rendiamo disponibile l’aggiornamento settimanale sulla situazione di positività a Brugherio, come dai dati trasmessi da Regione ed ATS.

Nella scorsa settimana si sono registrati 19 nuovi casi di positività contro le 30 della scorsa settimana, 48 sono invece le nuove certificazioni di guarigione che erano 42 la settimana passata.

Il totale dei positivi da inizio pandemia è quindi di 3.208, a cui si devono aggiungere 167 persone scomparse, delle quali nessuna nella settimana.

Il numero totale dei guariti è arrivato a 3.141.

Sono oggi 67 le persone ancora alle prese con il covid, erano 96 sette giorni fa, con una età media di 45 anni contro i 44 della scorsa settimana.

Presentiamo i consueti cinque grafici esplicativi;

il primo presenta l’evoluzione giornaliera di guariti e nuovi positivi nella settimana appena conclusa;

daticovid17maggio1

il secondo un confronto con le settimane precedenti;

daticovid17maggio2

il terzo l’evoluzione giornaliera di guariti nell’ultimo mese;

daticovid17maggio3

il quarto l’evoluzione giornaliera di nuovi positivi nell’ultimo mese;

daticovid17maggio4

il quinto la distinzione per fasce d'età degli attuali positivi, sia con la classificazione che utilizza il Ministero della Salute, sia con una suddivisione con classi d'età di 20 anni l'una

daticovid17maggio5.

I dati sono in netto miglioramento anche a Brugherio, ma è comunque necessario mantenere atteggiamenti di prudenza e responsabilità soprattutto a seguito delle nuove riaperture programmate dal Governo e le nuove decisioni riguardanti l’orario del coprifuoco, le consumazioni al banco, apertura di piscine e palestre, dei centri commerciali e altri temi.

 

I dati della pandemia a Brugherio, 10 maggio 2021

Proseguono gli aggiornamenti sui casi di positività a Brugherio, come dai dati di Regione ed ATS.

Nella scorsa settimana si sono registrati 30 nuovi casi di positività contro i 38 della settimana precedente e 42 nuove certificazioni di guarigione, erano 68 la settimana prima.

Il totale delle persone positive da inizio pandemia è di 3.189, al quale vanno aggiunte le 167 persone scomparse, due in più rispetto alla scorsa settimana.

Il numero totale dei guariti è arrivato a 3.093 mentre sono 96 le persone ancora alle prese con il virus invece delle 108 di sette giorni fa.

L’a età media rimane invariata a 44 anni.

Pubblichiamo i cinque grafici esplicativi:

il primo presenta l’evoluzione giornaliera di guariti e nuovi positivi nella settimana;

daticovid10maggio1

il secondo un confronto con le settimane precedenti;

daticovid10maggio2

il terzo l’evoluzione giornaliera die guariti nell’ultimo mese.

daticovid10maggio3

Il quarto l’evoluzione giornaliera dei positivi nell’ultimo mese;

daticovid10maggio4

Il quinto grafico riporta invece la distinzione per fasce d'età degli attuali positivi, sia con la classificazione che utilizza il Ministero della Salute, sia con una suddivisione diversa, con classi d'età di 20 anni ciascuna

daticovid10maggio5.

Dai dati risultata che finalmente si è scesi, sotto la soglia dei 100 positivi; un dato incoraggiante e che ci spinge a proseguire nel mantenimento di tutti i comportamenti di attenzione soprattutto a seguito, della progressiva riapertura delle attività.

 

I dati della pandemia a Brugherio, 3 maggio 2021

Come ogni lunedì, procediamo con il consueto aggiornamento sulla situazione pandemica a Brugherio, come si evince dai dati che Regione ed ATS trasmettono giornalmente ai Sindaci.

Nella scorsa settimana si sono registrati 38 nuovi casi di positività, contro i 44 di sette giorni fa e 68 nuove certificazioni di guarigione, in diminuzione rispetto ai 72 della settimana passata.

Il totale dei positivi da inizio pandemia è quindi arrivato a 3.159, a numero al quale vanno aggiunte, le 165 persone scomparse.

Il numero totale dei guariti è invece di 3.051.

Al momento sono 108 le persone ancora alle prese con il covid rispetto ai 138 della scorsa settimana, con una età media che scende ulteriormente a 44 anni, rispetto ai 47 anni della settimana precedente.

Pubblichiamo i cinque grafici aggiornati,

il primo presenta l’evoluzione giornaliera di guariti e nuovi positivi nella settimana appena conclusa;

daticovid3maggio1

il secondo un confronto con le settimane precedenti;

daticovid3maggio2

il terzo ed il quarto l’evoluzione giornaliera di guariti e nuovi positivi nell’ultimo mese.

daticovid3maggio3

 

daticovid3maggio4

Il quinto riporta la distinzione per fasce d'età degli attuali positivi, sia con la classificazione utilizzata dal Ministero della Salute, sia con una per classi d'età di 20 anni l'una.

daticovid3maggio5

I dati evidenziano che:

- nei primi giorni della scorsa settimana, c’è stato un tentativo di discesa al di sotto dei 100 casi di positività, ma negli ultimi giorni i casi sono tornati ad aumentare.

- l’età media è da qualche settimana in costante diminuzione e questo ci dice che, se da una parte la fase vaccinale che ha coinvolto persone con età più elevata inizia a dare effetti, dall’altra il virus circola ancora.

Per questo ancora una volta raccomandiamo a tutti grande prudenza e attenzione nei comportamenti quotidiani, oltretutto nel momento che la ripresa di molte attività ci chiede ancora maggiore responsabilità.

Aggiornamento dati pandemia, 26 aprile 2021

Pubblichiamo anche questa settimana i dati riepilogativi sulla situazione Covid -19 a Brugherio, come risultano dai dati trasmessi da Regione.

La scorsa settimana si sono riscontrati 44 nuovi casi di positività, contro i 45 della scorsa settimana e 72 nuove certificazioni di guarigione dato in diminuzione rispetto alla settimana precedente che era di 86 persone.

Il totale dei positivi da inizio pandemia è arrivato a 3.121, quello dei guariti a 2.983.

Sono al momento 138 le persone ancora alle prese con il virus contro le 166 della scorsa settimana, mentre l’età media scende a 47 anni, rispetto ai 50 anni della settimana precedente.

Anche questa settimana presentiamo i cinque grafici che mostrano l’evoluzione pandemica; il primo presenta l’evoluzione giornaliera di guariti e nuovi positivi;

daticovid27apr1

il secondo un confronto con le settimane precedenti;

daticovid27apr2

il terzo l’evoluzione giornaliera nell’ultimo mese dei guariti;

daticovid27apr3

il quarto l’evoluzione giornaliera dei nuovi positivi nell’ultimo mese;

daticovid27apr4

Il quinto grafico riporta la distinzione per fasce d'età degli attuali positivi, sia con la classificazione utilizzata dal Ministero della Salute, sia con una suddivisione con classi d'età di 20 anni l'una

daticovid27apr5.

Per la terza settimana consecutiva i dati complessivi indicano che si è al di sotto della soglia dei 250 contagi ogni 100.000 abitanti e che il dato dei positivi è ormai in costante discesa.

Occorre ribadire la necessità, ancora maggiore adesso che si è più liberi di circolare, di mantene un atteggiamento di prudenza e responsabilità nei comportamenti quotidiani, nel rispettare le regole su distanziamento, utilizzo della mascherina e igiene delle mani.

Aggiornamento dati pandemia, 19 aprile 2021

 
Come ogni lunedì, proponiamo un aggiornamento dei dati sulla situazione dei casi di positività incittà, come emergono dai dati che Regione ed ATS trasmettono giornalmente ai Sindaci.
 
Nella scorsa settimana si sono riscontrati 45 nuovi casi di positività, dato in diminuzione rispetto ai 53 casi della precedente settimana, mentre si sono avute 86 nuove certificazioni di guarigione, dato anch’esso in calo rispetto ai 95 della settimana precedente.
 
Il totale dei positivi da inizio pandemia è ad oggi di 3077, quello dei guariti 2.911.
 
Sono invece 166 le persone attualmente alle prese con il virus contro le 207 della settimana appena trascorsa.
 
L’età media risulta di 50 anni, come la scorsa settimana.
 
Presentiamo anche questa settimana i cinque grafici esplicativi;
il primo vi presenta l’evoluzione giornaliera di guariti e nuovi positivi nella settimana appena conclusa;
 
daticovid19aprile1
 
il secondo un confronto con le settimane precedenti;
 
daticovid19aprile2
 
il terzo l’evoluzione giornaliera di guariti nell’ultimo mese;
 
daticovid19aprile3
 
il quarto l’evoluzione giornaliera dei nuovi positivi nell’ultimo mese;
 
daticovid19aprile4
 
il quinto la distinzione per fasce d'età degli attuali positivi, sia con la classificazione utilizzata dal Ministero della Salute, sia con una suddivisione con classi d'età di 20 anni ciascuna
 
daticovid19aprile5.
 
Come si evince dal confronto, i dati sono in continua diminuzione e, per la seconda settimana consecutiva, è al di sotto della soglia dei 250 contagi ogni 100.000 abitanti.
 
Anche il dato degli attuali positivi scende al di sotto di 200.
 
Da questa mattina si apre la prenotazione per la vaccinazione delle persone di età compresa tra i 65 e i 69 anni mentre, nei prossimi giorni, verrà pubblicato il nuovo decreto del Governo che dovrà tradurre in maniera concreta le decisioni sulle riaperture parziali previste dalla prossima settimana.
 
Come già annunciato dal Presidente del Consiglio e dal Ministro della Salute, queste parziali riaperture rappresentano un “rischio calcolato”, rischio che presuppone da parte di ogni singolo cittadino il mantenimento degli atteggiamenti di prudenza e responsabilità, il rispetto delle distanze, l’utilizzo delle mascherine e l’igiene delle mani.

Aggiornamento dati pandemia, 12 aprile 2021

Come ogni inizio settimana, aggiorniamo i dati sulla situazione dei casi Covid a Brugherio, come dai dati di Regione ed ATS.

Nella scorsa settimana si sono riscontrati 53 nuovi casi di positività, un dato in diminuzione rispetto ai 96 della settimana precedente, mentre le nuove certificazioni di guarigione sono risultate 95, rispetto alle 171 della settimana precedente.

Il totale delle persone positive da inizio pandemia è arrivato a 3.032, quello dei guariti 2.825.

Ad oggi le persone ancora alle prese con il covid sono 207 mentre erano 249 la passata settimana.

L’età media è di 50 anni contro i 51 della settimana precedente.

Anche questa settimana presentiamo i cinque grafici illustrativi;

il primo presenta l’evoluzione giornaliera di guariti e nuovi positivi nella settimana appena conclusa;

daticovid12aprile1

il secondo un confronto con le settimane precedenti;

daticovid12aprile2

il terzo l’evoluzione giornaliera di guariti nell’ultimo mese;

daticovid12aprile3

il quarto l’evoluzione giornaliera dei nuovi positivi nell’ultimo mese;

daticovid12aprile4

il quinto riporta la distinzione per fasce d'età degli attuali positivi, sia con la classificazione utilizzata dal Ministero della Salute, sia con una suddivisione diversa, con classi d'età di 20 anni ciascuna

 

daticovid12aprile5.

Come risulta dai dati pubblicati, il numero di nuovi positivi questa settimana è sceso in maniera sensibile rispetto alle settimane precedenti, e nonostante il dato delle nuove guarigioni è inferiore rispetto a quello della settimana anteriore, il totale delle persone ancora positive è calato sensibilmente

Anche il dato dei nuovi positivi è infine, sotto la soglia dei 250 contagi ogni 100.000 abitanti.

Rimane comunque necessario, nonostante i dati positivi, proseguire nel serbare i comportamenti di prudenza e responsabilità finora attuati, per non vanificare gli sforzi fatti in questo mese di zona rossa.

Aggiornamento dati pandemia, 7 aprile 2021

Dopo la pausa pasquale, pubblichiamo gli aggiornamenti sulla situazione dei casi di positività al coronavirus a Brugherio, come emergono dai dati di Regione ed ATS.

Nella scorsa settimana si sono registrati 96 nuovi casi di positività (in diminuzione rispetto ai 108 della scorsa settimana), e 171 nuove certificazioni di guarigione (in forte aumento rispetto alle 117 della settimana precedente).

Il totale delle persone risultate positive da inizio pandemia è quindi arrivato a 2.979, mentre quello dei guariti è arrivato a 2.730.

Sono 249 le persone ancora alle prese in questi giorni con il covid (erano 324 la scorsa settimana), con una età media di 51 anni (rispetto ai 45 anni di età media della scorsa settimana).

Anche questa settimana pubblichiamo i cinque grafici esplicativi della situazione.

Il primo presenta l’evoluzione giornaliera di guariti e nuovi positivi nella settimana appena conclusa

daticovid 6apr1

Il secondo un confronto con le settimane precedenti

daticovid 6apr2

Il terzo l’evoluzione giornaliera di guariti nell’ultimo mese

daticovid 6apr3

Il quarto l’evoluzione giornaliera dei nuovi positivi nell’ultimo mese

daticovid 6apr4

Il quinto e ultimo grafico riporta invece la distinzione per fasce d'età degli attuali positivi, sia con la classificazione che utilizza il Ministero della Salute (così da poter fare dei confronti con il dato nazionale), sia con una suddivisione diversa, con classi d'età di 20 anni l'una.

daticovid 6apr5

Il numero dei nuovi positivi è sceso sotto le 100 unità dopo tante settimane, ed è molto aumentato il numero delle certificazioni di guarigione, ma il dato dei nuovi positivi è ancora superiore al valore dei 250 contagi ogni 100.000 abitanti, che comporta l’attivazione della zona rossa.

Con il nuovo decreto legge del Governo e con la nuova ordinanza del Ministro della Salute, la Lombardia resta in zona rossa e si applicano le regole previste per questa zona, con la sola differenza rispetto alle regole precedenti che, anche se in zona rossa, si torna in presenza a scuola fino alla prima media.

I dati sono in diminuzione, quindi, è questo è un buon segnale che, unito alla programmazione delle prossime fasi vaccinali, deve incoraggiare a guardare con più fiducia alle prossime settimane.

Aggiornamento dati pandemia, 29 marzo 2021

Presentiamo gli aggiornamenti settimanali sulla situazione della pandemia Covid a Brugherio, come dai dati di Regione ed ATS trasmessi quotidianamente ai sindaci.

Nella scorsa settimana si sono avuti 108 nuovi casi di positività, in diminuzione rispetto ai 126 della settimana precedente, mentre abbiamo le nuove certificazioni di guarigione sono 117, dato in aumento rispetto alle 85 della settimana prima.

Il totale delle persone che sono risultate positive da inizio pandemia è arrivato a 2.883, mentre il numero dei guariti è arrivato a 2.559 casi.

Al momento risultano 324 le persone alle prese con il virus, mentre la scorsa settimana erano 333, con una età media è di 45 anni rispetto all’età media di 44 della scorsa settimana.

Anche in questa settimana pubblichiamo i cinque grafici che illustrano la situazione.

Il primo presenta l’evoluzione giornaliera di guariti e nuovi positivi nella settimana appena conclusa;

daticovid29mar1

il secondo presenta un confronto con le settimane precedenti;

daticovid29mar2

il terzo l’evoluzione giornaliera di guariti nell’ultimo mese;

daticovid29mar3

il quarto l’evoluzione giornaliera dei nuovi positivi nell’ultimo mese;

daticovid29mar4

il quinto grafico infine, riporta la distinzione per fasce d'età degli attuali positivi, sia con la classificazione utilizzata dal Ministero della Salute, sia con una suddivisione in classi d'età di 20 anni ciascuna

daticovid29mar5.

Mentre in questa settimana il numero dei nuovi positivi è in discesa rispetto alle tre settimane precedenti, per la quarta settimana consecutiva, i nuovi casi superano il valore dei 250 contagi ogni 100.000 abitanti, dato che comporta automaticamente l’attivazione della zona rossa.

E se le certificazioni di guarigione tornano finalmente ad essere in numero maggiore rispetto ai numero dei nuovi positivi, questo numero è ancora comunque stabilmente al di sopra dei 300 positivi, dati che ci devono, ancora una volta, suggerire prudenza e responsabilità nei nostri comportamenti e nelle scelte che si mettono in atto quotidianamente, distanziamento, igiene delle mani e utilizzo delle mascherine.

Aggiornamento dati pandemia, 22 marzo 2021

Come di consueto, anche questa settimana pubblichiamo gli aggiornamenti sulla situazione dei casi di positività al coronavirus a Brugherio, come dai dati di Regione e ATS.
 
Nella scorsa settimana abbiamo si sono registrati 126 nuovi casi di positività, dati in lieve diminuzione rispetto ai 133 casi della settimana precedente, e si sono avute 55 nuove certificazioni di guarigione dato in lieve aumento rispetto alle 75 della settimana precedente.
 
Il totale delle persone risultanti positive da inizio pandemia è di 2.775, quello dei guariti è di 2.442.
 
Sono invece 333 le persone ancora alle prese in questi giorni con il covid, rispetto alle 292 della scorsa settimana,
 
L'età media, esattamente come la scorsa settimana è di 44 anni.
 
Anche questa settimana pubblichiamo i cinque grafici esplicativi della situazione:
 
il primo mostra l’evoluzione giornaliera di guariti e nuovi positivi nella settimana appena conclusa;
 
daticovid22marzo1
 
il secondo un confronto con le settimane precedenti;
 
daticovid22marzo2
 
il terzo l’evoluzione giornaliera di guariti nell’ultimo mese;
 
daticovid22marzo3
 
il quarto l’evoluzione giornaliera dei nuovi positivi nell’ultimo mese;
 
daticovid22marzo4
 
il quinto riporta la distinzione per fasce d'età degli attuali positivi, sia con la classificazione che utilizza il Ministero della Salute, sia con una suddivisione diversa, con classi d'età di 20 anni l'una.
 
daticovid22marzo5
 
Per la terza settimana consecutiva i nuovi casi superano il numero di 100 in una sola settimana e il dato degli attuali positivi è tornato a superare la soglia dei 300.
 
Quindi anche questa settimana è stato superato il numero dei 250 contagi ogni 100.000 abitanti, che comporta l’attivazione della zona rossa e quindi anche in questa settimana si applicano le regole previste per la zona rossa, in attesa del monitoraggio di venerdì prossimo.
 
 

Aggiornamento dati situazione pandemica a Brugherio, 15 marzo

Aggiorniamo anche questa settimana il resoconto sulla situazione dei casi di positività al Coronavirus a Brugherio, come emergono dai dati trasmessi da Regione ed ATS.
 
Nella scorsa settimana si sono registrati 133 nuovi casi di positività, numero in aumento rispetto ai 117 della scorsa settimana, mentre si sono registrate 75 nuove certificazioni di guarigione, in aumento rispetto alle 63 della settimana precedente.
 
Il totale delle persone positive da inizio pandemia è arrivato a 2.649, mentre quello dei guariti a 2.357.
Sono ad oggi 292 le persone ancora alle prese in questi giorni con il covid, erano 234 la scorsa settimana, con una età media di con una età media di 44 anni (in aumento rispetto all’età media di 42 anni della scorsa settimana.
Anche questa settimana pubblichiamo i cinque grafici che mostrano la situazione attuale;
 
Il primo vi presenta l’evoluzione giornaliera di guariti e nuovi positivi nella settimana appena conclusa.
 
daticovid15mar1
 
Il secondo un confronto con le settimane precedenti.
 
daticovid15mar2
 
Il terzo l’evoluzione giornaliera di guariti.
 
daticovid15mar3
 
Il quarto l’evoluzione giornaliera dei nuovi positivi nell’ultimo mese.
daticovid15mar4
 
Il quinto riporta la distinzione per fasce d'età degli attuali positivi, sia con la classificazione che utilizza il Ministero della Salute), sia con una suddivisione diversa, con classi d'età di 20 anni l'una.
 
daticovid15mar5
 
Come dai dati, per la seconda settimana consecutiva i nuovi casi superano i 100 in una sola settimana e il dato degli attuali positivi sfiora nuovamente i 300.
Anche in questa settimana, come in moltissime aree della Lombardia, abbiamo quindi superato il dato dei 250 contagi ogni 100.000 abitanti, dato che comporta l’attivazione della zona rossa.
 

Aggiornamento dati pandemia, 8 marzo 2021

Pubblichiamo anche questa settimana i numeri riferiti alla situazione pandemica a Brugherio, come emergono dai dati trasmessi da Regione ed ATS.
 
La scorsa settimana si sono registrati 117 nuovi casi di positività, in forte aumento rispetto agli 89 della scorsa settimana, 63 sono le nuove certificazioni di guarigione, numero in aumento rispetto ai 41 della settimana precedente.
 
Le persone positive da inizio pandemia e di 2.516, quello dei guariti invece di 2.282.
 
I brugheresi oggi ancora alle prese con il virus sono 234 contro i 180 della scorsa settimana
 
Di questi 133 sono uomini e 101 donne.
 
L'età media è di 42 anni ulteriormente in diminuzione rispetto ai 45 anni della scorsa settimana.
 
Pubblichiamo i consueti cinque grafici esplicativi della situazione;
 
il primo vi presenta l’evoluzione giornaliera di guariti e nuovi positivi nella scorsa settimana;
 
daticovid8mar1
 
il secondo fa un confronto con le settimane precedenti;
 
daticovid8mar2
 
il terzo mostra l’evoluzione giornaliera dei guariti;
 
daticovid8mar3
 
 il quarto lo sviluppo dei nuovi positivi nell’ultimo mese;
 
daticovid8mar4
 
Il quinto grafico riporta la distinzione per fasce d'età degli attuali positivi, sia con la classificazione che utilizza il Ministero della Salute, sia con una suddivisione diversa, con classi d'età di 20 anni l'una;
 
daticovid8mar5.
 
Dai dati possiamo comprendere che i nuovi casi di positività sono stati più di 100 in una sola settimana, dati paragonabili a quelli di novembre; anche il dato complessivo delle persone ancora positive torna a superare il numero di 200 casi e con un ritmo di guarigione più lento.
 
In questa settimana, come in moltissime aree della Lombardia, è stato superato il numero dei 250 contagi ogni 100.000 abitanti, considerato la soglia a rischio che dovrebbe fare scattare vincoli e regole da zona rossa.
 
Per questo ancora una volta occorre prudenza e responsabilità: si esce solo se è necessario, si mantiene il distanziamento, si utilizzano le mascherine, ci si igienizza le mani con frequenza.

 

Aggiornamento dati pandemia, 1 marzo 2021

Pubblichiamo anche questa settimana gli aggiornamenti relativi alla situazione di casi di positività a Brugherio.

Nella scorsa settimana si sono registrati 89 nuovi casi di positività, dato in aumento rispetto ai 59 della settimana precedente, mentre sono state 41 le certificazioni di guarigione, dato invece in calo rispetto alle 88 precedenti.

Il totale delle persone positive da inizio pandemia è quindi di 2.399, quello dei guariti è giunto a 2.219.

Sono 180 le persone alle prese in questi giorni con la malattia, erano 132 la scorsa settimana.

Di questi, 104 sono uomini e 76 donne, l'età media è 45 anni, in calo rispetto ai 47 della scorsa settimana.

Anche questa settimana pubblichiamo i cinque grafici che mostrano l'evoluzione pandemica in città:

il primo presenta l’evoluzione giornaliera di guariti e nuovi positivi nella settimana appena conclusa;

covid1mar1

il secondo un confronto con le settimane precedenti;

covid1mar2

il terzo ed il quarto l’evoluzione giornaliera di guariti e nuovi positivi, a partire dal 28 gennaio;

covid1mar3

covid1mar4

il quinto la distinzione per fasce d'età degli attuali positivi, con la classificazione che utilizza il Ministero della Salute e con una suddivisione con classi d'età di 20 anni l'una;

covid1mar5.

Dai dati dell'ultimo grafico, si evince il quasi raddoppio dei contagi nella fascia da 0 a 18 anni rispetto alla scorsa settimana, erano 23 la scorsa settimana, mentre oggi sono 43.

Questo dato viene anche confermato dal numero di classi cittadine che sono in quarantena per casi di positività, con tutto quello che ne comporta in termini non solo di organizzazione di vita familiare, ma anche di organizzazione scolastica.

A questo dato si aggiunge anche l'aumento dei nuovi positivi e un rallentamento dei casi di guarigione, tutto ciò non fa altro che confermare le ragioni del passaggio della Lombardia in zona arancione: il virus sta circolando, anche a Brugherio, e sta raggiungendo anche i più giovani.

Non sono così distanti dai nostri dati i Comuni che attualmente sono in zona rossa, con ordinanze del Presidente della Regione.

Per questo occore ancora di più prestare grande prudenza e grande responsabilità per impedire al virus di circolare, per questo dobbiamo proseguire con il mantenimento delle distanze, l'uso delle mascherine e tutte le precauzioni igieniche già conosciute.

Aggiornamento dati pandemia, 22 febbraio 2021

Aggiorniamo anche questa settimana i dati sulla situazione covid 19 in città, come rusulta dai dati ricevuti da Regione e ATS.
 
Nella settimana appena trascorsa, sono stati riscontrati 59 nuovi casi di positività al virus rispetto ai 76 della settimana prima, mentre 88 risultano al momento le nuove certificazioni di guarigione, dato in aumento a fronte delle 36 in precedenza registrate.
 
Il numero totale di persone risultate positive da inizio pandemia, è arrivato a 2.310, quello dei guariti a 2.178.
 
Al momento, 132 risultano i soggetti con covid, rispetto alle 161 della scorsa settimana.
 
L'età media è di 47 anni, maggiore rispetto all’età media ai 45 anni della scorsa settimana.
 
Pubblichiamo i consueti grafici settimali esplicativi, il primo che mostra l’evoluzione giornaliera di guariti e nuovi positivi nella settimana appena conclusa;
 
daticovid21feb1
 
il secondo che fa un confronto con le settimane precedenti;
 
daticovid21feb2
 
il terzo ed il quarto che presentano l’evoluzione giornaliera di guariti e nuovi positivi, a partire dal 21 gennaio;
 
daticovid21feb3
 
daticovid21feb4
 
il quinto che riporta la distinzione per fasce d'età degli attuali positivi, con la classificazione che utilizza il Ministero della Salute e con una suddivisione diversa, con classi d'età di 20 anni l'una;
 
daticovid21feb5.
 
Il primo consiglio dei ministri operativo del governo Draghi, convocato questa mattina, ha approvato il Decreto legge sullo stop agli spostamenti fra le Regioni fino al 27 marzo.
 
Tra le novità del provvedimento c'è anche il blocco agli spostamenti in zona rossa verso le abitazioni private.
 
Resta nelle zone gialle e arancioni la possibilità, una sola volta al giorno, di spostarsi verso un'altra abitazione privata abitata, tra le 5 e le 22, in massimo due persone, con i figli minori di 14 anni.
 
Ma nelle zone rosse niente più visite ad amici e parenti.
 
Ricordiamo ancora una volta di mantenere atteggiamenti di prudenza e responsabilità, come il distanziamento, l'utilizzo della mascherina e l'igiene delle mani.

Aggiornamento dati pandemia, 15 febbraio 2021

Pubblichiamo l'aggiornamento settimanale relativo alla situazione Covid in città, come risultante dai dati trasmessi da Regione Lombardia e ATS.
 
Settimana scorsa si sono riscontrati 76 nuovi casi di positività, un dato in aumento rispetto a quello dei 54 della precedente settimana, mentre sono 36 le nuove certificazioni di guarigione, dato in diminuzione rispetto ai 47 della settimana appena passata.
 
Il numero totale delle persone positive da inizio pandemia è di 2.251, quello dei guariti invece, 2.090.
 
Il numero delle persone ad oggi ancora alle prese con il virus sono 161 contro le 121 della scorsa settimana, mentre l'età media è di 45 anni dato uguale a quella della settimana precedente.
 
Pubblichiamo anche i cinque grafici utili ad agevolare la comprensione dei dati pubblicati;
 
il primo grafico presenta l’evoluzione giornaliera di guariti e nuovi positivi nella settimana che si è appena conclusa;
 
daticovid16feb1
 
il secondo grafico mostra il confronto con le precedenti quattro settimane;
 
daticovid16feb2
 
il terzo ed il quarto dei grafici pubblicati l’evoluzione giornaliera di guariti e nuovi positivi, a partire dalla data del 14 gennaio;
 
daticovid16feb3
 
daticovid16feb4
 
Il quinto grafico riporta la distinzione per fasce d'età dei positivi attuali, sia con la classificazione utilizzata dal Ministero della Salute, sia con una suddivisione di classi d'età di 20 anni l'una;
 
daticovid16feb5
 
I dati dimostrano come sia in corso un aumento di casi in tutto il Paes, dovuto anche a causa delle diverse “varianti” che sembra possano avere una maggiore trasmissibilità tra le persone.
 
Questo dato ci fa comprendere come ancora una volta sia necessario continuare a mantenere gli atteggiamenti di prudenza e responsabilità come distanziamento, utilizzo delle mascherine e igiene delle mani.

 

Aggiornamento dati pandemia, 8 febbraio 2021

Pubblichiamo l'aggiornamento settimanale relativo alla situazione pandemica nella nostra città, come risultante dai dati forniti da Regione e ATS.

Nella settimana che ci precede, Brugherio ha registrato 54 nuovi casi di persone positive, dato in diminuzione rispetto ai 65 settimana prima, mentre 47 sono le nuove certificazioni di guarigione, anche questo un dato in diminuzione rispetto alle 68 della settimana precedente.

Al momento, il totale delle persone che sono risultate positive da inizio pandemia, ha raggiunto la cifra complessiva di 2.175 casi, mentre il numero dei guariti è arrivato a 2.054.

121 è invece il dato dei nostri concittadini che ancora stanno combattendo il virus, mentre erano 114 la scorsa settimana.

L'età media è di 45 anni, in calo rispetto ai 51 anni della settimana precedente.

Pubblichiamo anche questa settimana i grafici che meglio ci aiutano alla comprensione dell'evoluzione della situazione pandemica in cttà;

il primo grafico mostra l’evoluzione giornaliera dei guariti e dei nuovi positivi nella settimana che si è appena conclusa;

dati7feb212

il secondo presenta invece un raffronto con le settimane precedenti;

dati7feb212

il terzo ci mostra l’evoluzione giornaliera di guariti e nuovi positivi, ed il quarto il dato giornaliero dei guariti a partire dalla data del 7 gennaio;

dati7feb213

dati7feb214

Il quinto grafico riporta invece la distinzione per fasce d'età degli attuali positivi, sia con la classificazione utilizzata dal Ministero della Salute, sia con una suddivisione per classi d'età di 20 anni ciascuna.

dati7feb215

A partire questa settimana dovrebbero arrivare anche le prime indicazioni rispetto alle prime fasi della campagna vaccinale anti covid-19, e quindi, a breve, potremo iniziare a dare le prime indicazioni in merito.

Aggiornamento dati pandemia, 1 febbraio 2021

Anche questra settimana prosegue l'aggiornamento sulla situazione dei casi di positività al Covid 19 nella nostra città come risulta dai dati di Regione Lombardia e ATS.
 
Nella settimana appena passata, sono stati riscontrati 65 nuovi casi di positività al virus, numero in aumento a fronte ai 38 casi della settimana precedente mentre si sono riscontrate 68 nuove certificazioni di guarigione, dato in aumento rispetto ai 49 casi della settimana precedente.
 
E' così arrivato a 2.121 il totale delle persone risultate positive dalla data di inizio pandemia, mentre è di 2.007 il numero delle persone guarite e 114 i numero dei nostri cittadini ancora affetti dal virus, con una età media che è di 51 anni.
 
Anche questa settimana pubblichiamo i cinque grafici:
 
il primo di questi presenta l’evoluzione giornaliera di guariti e dei nuovi casi positivi della settimana appena conclusa;
 
grafico1feb1
 
il secondo grafico invece mostra un confronto con le due settimane precedenti;
 
grafico1feb2
 
il terzo grafico e il quarto mostrano l’evoluzione giornaliera dei guariti,
 
grafico1feb3
 
e dei nuovi positivi, a partire dal 5 gennaio;
 
grafico1feb4
 
il quinto grafico presenta un resoconto, distinto per fasce di età, degli attuali positivi, basato sulla classificazione che viene utilizzata dal Ministero della Salute, e con una suddivisone per classi d'età di 20 anni.
 
grafico1feb5
 
Da Lunedì primo febbraio, la Regione Lombardia è passata nelle regioni classificate in “zona gialla”, con vincoli ulteriormente allentati rispetto a spostamenti, apertura di attività, servizi di ristorazione.
 
Questo passaggio di categoria non significa una diminuzione della pericolosità del virus ma, al contrario, comporta che ogni cittadino si assuma una maggiore responsabilità personale nell'adozione di tutti i comportamenti e gli atteggiamenti di prudenza e di rispetto delle regole relative al distanziamento, all'utilizzo della mascherina e delle norme di igiene delle mani.
 
Solo così possiamo, tutti insieme, mantenere basso l'indice di contagio e, di riflesso, il numero di persone che contraggono il virus.

Aggiornamento dati pandemia, 26 gennaio 2021

Prosegue il consueto aggiornamento settimanale riguardante i dati di positività registrati a Brugherio, come emergono dai dati trasmessi da Regione e ATS.

Nella scorsa settimana, si sono riscontrati 38 nuovi casi di positività in città, dato in leggero calo rispetto ai 40 registrati nella settimana precedente a fronte di 49 certificazioni di guarigione, un dato che è in aumento rispetto ai 29 della settimana  appena passata.

E' quindi di 2.056 il totale ad oggi delle persone risultate positive da inizio pandemia, mentre il numero dei guariti è arrivato a quota 1.939.

Attualmente, le persone ancora alle prese con il virus sono 117, la loro età media risulta essere di 51 anni.

Pubblichiamo i grafici settimanali;

il primo presenta l’evoluzione giornaliera dei guariti e dei nuovi positivi nella settimana appena conclusa;

dati25-1-21-1

il secondo ed il terzo grafico rappresentano l’evoluzione giornaliera a partire dal 5 gennaio;

dati25-1-21-2

 

dati25-1-21-3

il quarto grafico riporta invece la distinzione per fasce d'età di chi, attualmente risulta positivo, secondo la classificazione del Ministero della Salute;

dati25-1-21-4

il quinto grafico, per finire, mostra la suddivisione diversa con classi d'età di 20 anni ciascuna.

dati25-1-21-5

In attesa che si definisca il piano vaccinale, raccomandiamo i cittadini a proseguire nel mantene un atteggiamento di prudenza e responsabilità nei comportamenti quotidiani, proseguendo nel rispettare le regole su distanziamento, utilizzo della mascherina e igiene delle mani.

Da domenica 24 gennaio la Lombardia torna in "zona arancione"

Da domenica 24 gennaio, la Lombardia è in "zona arancione."
 
All’interno del proprio comune è quindi consentito spostarsi liberamente dalle ore 5 alle ore 22 senza dover motivare lo spostamento.
 
Sono vietati invece tutti gli spostamenti in un comune diverso da quello di residenza, domicilio o abitazione, ad eccezione di quelli motivati da comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità o motivi di salute, che andranno giustificati esibendo una autodichiarazione.
 
Dalle ore 5 alle ore 22 è consentito spostarsi una sola volta al giorno verso un’altra abitazione privata ubicata all’interno dello stesso comune, nel limite massimo di due persone ulteriori rispetto a quelle già conviventi (oltre ai minori di anni 14 sui quali tali persone esercitino la potestà genitoriale e alle persone disabili o non autosufficienti conviventi).
 
Le attività commerciali al dettaglio sono consentite e non sono più previste limitazioni alle categorie di beni vendibili.
 
Sono sospese le attività dei servizi di ristorazione fra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie.L’asporto è consentito fino alle ore 18.00 per i bar e fino alle ore 22 per le altre attività, con divieto di consumazione sul posto o nelle adiacenze.
 
Tutte le informazioni disponibili su:

il sito del Governo con le FAQ suddivise a seconda dei colori delle Regioni

il sito della Regione Lombardia.          

Da lunedì 25 gennaio è previsto, nella nostra regione il ritorno alla didattica in presenza, anche se ancora in forma ancora parziale.

Necessario per permettere agli studenti di ritornare a scuola è stato anche il lavoro di potenziamento del trasporto pubblico, sia in termini di orari che di numero di mezzi disponibili, coordinato dagli uffici della Prefettura e dalla Provincia.

Tutte le indicazioni operative per consultare le nuove disposizioni e verificare tutti i nuovi orari del trasporto pubblico per raggiungere le scuole superiori del territorio sono visibili sui siti web di Autoguidovie e di Nord Est Trasporti 

Aggiornamento dati pandemia, 18 gennaio 2021

Prosegue anche questa settimana il consueto aggiornamento dei dati riguardanti la pandemia di Covid 19 a Brugherio, forniti dalla Agenzia di Tutela della Salute, ATS, di competenza territoriale.
 
I dati aggiornati ci dicono che la scorsa settimana sono stati riscontrati 40 nuovi casi di positività, portando così a 2030 il numero totale di persone colpite dal virus in città dal momento dell'inizio pandemia.
 
Le persone che attualmente risultano guarite, sono 1.890, in aumento di 27 casi in raffronto ai dati della settimana appena passata.
 
Questo significa che ci sono ancora 124 persone che stanno combattendo il virus, la cui età media risulta di 48 anni e ai quali si devono aggiungere altri 16 casi per i quali ATS non è ancora in grado classificare tra le persone ancora positive o tra quelle che sono guarite.
 
Anche questa settimana abbiamo aggiornato i grafici esplicativi della situazione locale, il primo di questi riguarda l’evoluzione giornaliera dei nuovi positivi e la certificazione delle guarigioni:
 
dati18gen1
 
 
il secondo grafico riporta invece la distinzione per fasce d'età di chi al momento è positivo, rispettando la classificazione utilizzata dal Ministero della Salute;
 
dati18gen2
 
il terzo e ultimo grafico mostra una suddivisione per classi d'età di 20 anni ciascuna.
 
dati18gen3
 
I dati che emergono non ci possono lasciare tranquilli, oltretutto la nostra Regione è entrata in questi giorni nella fascia rossa, quella di maggior rischio per i cittadini, per questo è ancora più necessario proseguire nel mantenimento di tutti quei comportamenti rivolti alla prudenza, alla responsabilità e al rispetto delle regole di distanziamento, utilizzo della mascherina e igiene delle mani.

La regione Lombardia è in zona rossa

Si informano i cittadini che dal 17 gennaio, la Regione Lombardia, fino a nuove disposizioni, è inserita tra le Regioni in  zona rossa e quindi soggette alle regole più restrittive, fissate nel Dpcm del 14 gennaio 2021.
 
Per rimanere aggiornati e conoscere tutte le misure poste in essere, segnaliamo la pagina predisposta dal Governo, dove è possibile trovare risposta alle "Domande frequenti sulle misure adottate dal Governo", nonchè il sito di Regione Lombardia, anch'esso contenente le "Misure di contenimento adottate da Regione Lombardia e dal Governo".

 

Aggiornamento dati pandemia, 11 gennaio 2021

Riprendono questa settimana gli aggiornamenti relative alla situazione pandemica a Brugherio, a seguito della ripresa di ATS dell'invio dei dati ai comuni.
 
Il primo grafico pubblicato, mostra i numeri attuali, in confronto all’ultimo aggiornamento, che risale 13 dicembre scorso.
 
grafico 1-2021
 
Il totale dei cittadini brugheresi che sono stati colpiti dal virus è salito a 1.990, con un aumento di 241 casi dal 13 dicembre a ieri.
 
Le persone che invece risultano guarite, al 10 gennaio sono 1.836, 349 guarigioni certificate in più sempre rispetto al precedente dato del 13 dicembre.
 
I brugheresi ancora alle prese con il covid sono 109, l'età media è di 49 anni a cui vanno sommati 18 casi per i quali non ci sono indicazioni chiare da parte di ATS e che pertanto al momento non si possono classificare tra i guariti o i positivi.
 
Il secondo grafico mostra la distinzione per fasce d'età degli attuali positivi, secondo la stessa classificazione che viene utilizzata dal Ministero della Salute.
 
In questo modo è possibile un immediato confronto con il dato nazionale.
 
grafico 2-2021
 
Il terzo grafico infine presenta una suddivisione in classi d'età di 20 anni.
 
grafico 3-2021
 
Questi dati ancora una volta ci ricordano che il virus è ancora presente in città, quindi è ancora una volta necessario proseguire nel mantenimento di tutti quegli atteggiamenti di responsabilità nei confronti di noi stessi e degli altri, mantenendo i comportamenti virtuosi rispetto al distanziamento, all’igiene delle mani e all’uso delle mascherine.

Regione Lombardia in zona arancione

Dal 10 al 15 gennaio la Lombardia è in zona arancione.
All’interno del proprio comune è consentito spostarsi liberamente dalle ore 5 alle ore 22 senza dover motivare lo spostamento.

Sono vietati tutti gli spostamenti fuori dal comune, ad eccezione di quelli motivati da comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità o motivi di salute, che andranno giustificati.

Le attività commerciali al dettaglio sono consentite, a condizione che sia assicurato il rispetto della distanza interpersonale di almeno un metro, che gli ingressi avvengano in modo dilazionato e che venga impedito di sostare all'interno dei locali più del tempo necessario all'acquisto dei beni.

Non sono più previste limitazioni alle categorie di beni vendibili.

Potete trovare tutte le informazioni sul sito di Regione Lombardia: https://bit.ly/2XszXWz

DPCM 5 gennaio 2021 - disposizioni dal 7 al 15 gennaio -

Sia sul sito di Regione Lombardia (https://bit.ly/2XjX6KG) che sul sito del Governo (https://bit.ly/3pXPhGP) potete trovare tutte le informazioni relative agli spostamenti e alle misure adottate per l'emergenza Covid.
Riportiamo parte delle domande frequenti relative al periodo 7-15 gennaio.
 
Quali sono le regole sugli spostamenti fino al 15 gennaio? Sarà consentito andare a trovare amici o parenti?
 
Fino al 15 gennaio sono vietati tutti gli spostamenti verso una Regione o Provincia Autonoma diversa dalla propria, ad eccezione di quelli dovuti a motivi di lavoro, salute o necessità. È comunque sempre consentito il rientro alla propria residenza, domicilio o abitazione, tranne che per le seconde case fuori dalla Regione o Provincia Autonoma. La possibilità di spostarsi, anche per andare a trovare amici o parenti, varia in relazione ai giorni, al luogo di partenza e alla destinazione del proprio spostamento. In particolare:
 
 
il 9 e il 10 gennaio
si applicano in tutto il territorio nazionale le maggiori restrizioni previste per le “zone arancioni”. Tra le 5.00 e le 22.00, sarà possibile spostarsi liberamente all’interno del proprio Comune, quindi anche per andare a far visita a parenti e amici. Non sono previsti limiti al numero degli spostamenti all'interno dello stesso Comune o del numero di persone che si spostano. Gli spostamenti verso altri Comuni e in altri orari saranno invece consentiti solo per motivi di lavoro, salute o necessità, quindi non per fare visita a parenti o amici. Nelle eventuali zone rosse saranno consentiti gli spostamenti per lavoro, salute o necessità; inoltre, sarà consentito spostarsi in ambito comunale verso una sola abitazione privata una volta al giorno, fra le 5.00 e le 22.00, nei limiti di due persone oltre ai minori di anni 14, alle persone disabili o non autosufficienti conviventi;
 
dall’11 al 15 gennaio
tra le 5.00 e le 22.00, sarà possibile spostarsi liberamente all’interno della propria Regione, quindi anche fare visita a parenti o amici nella stessa Regione. Non sono previsti limiti al numero degli spostamenti o delle persone che si spostano. Nelle eventuali zone arancioni ci si potrà spostare liberamente, e quindi far visita ad amici o parenti, solo all’interno del proprio Comune, dalle 5.00 alle 22.00; oltre tali orari e al di fuori del proprio Comune ci si potrà spostare solo per lavoro, salute o necessità. Nelle eventuali zone rosse saranno consentiti gli spostamenti per lavoro, salute o necessità; inoltre, sarà consentito spostarsi in ambito comunale verso una sola abitazione privata una volta al giorno, fra le 5.00 e le 22.00, nei limiti di due persone oltre ai minori di anni 14, alle persone disabili o non autosufficienti conviventi;
per tutto il periodo compreso tra il 7 e il 15 gennaio
sarà possibile, anche nelle zone arancioni, per chi vive in un Comune fino a 5.000 abitanti, spostarsi liberamente, tra le 5.00 e le 22.00, entro i 30 km dal confine del proprio Comune (quindi eventualmente anche in un’altra Regione), con il divieto però di spostarsi verso i capoluoghi di Provincia: di conseguenza, sarà possibile anche andare a fare visita ad amici e parenti entro questi limiti orari e territoriali. Nelle eventuali zone rosse, tali spostamenti saranno consentiti verso una sola abitazione privata una volta al giorno, nei limiti di due persone oltre ai minori di anni 14, alle persone disabili o non autosufficienti conviventi.

Ieri sera è stato approvato un nuovo DPCM al fine di contenere e gestire l'emergenza covid.
(qui potete trovare il comunicato stampa: https://bit.ly/2L4VTEj)
 
Dal 7 al 15 gennaio 2021, il divieto, su tutto il territorio nazionale, di spostarsi tra regioni o province autonome diverse, tranne che per comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità o motivi di salute.

È comunque consentito il rientro alla propria residenza, domicilio o abitazione, con esclusione degli spostamenti verso le seconde case ubicate in altra regione o provincia autonoma;
 
Il 9 e 10 gennaio 2021 tutta l'Italia sarà "zona arancione", saranno consentiti gli spostamenti dai Comuni con popolazione fino a 5.000 abitanti, entro 30 chilometri dai relativi confini, con esclusione degli spostamenti verso i capoluoghi di provincia.
 
Il testo prevede che dal 7 al 15 gennaio, nei territori inseriti nella cosiddetta “zona rossa”, sia possibile spostarsi, una sola volta al giorno, in un massimo di due persone, verso una sola abitazione privata del proprio comune.

Alla persona o alle due persone che si spostano potranno accompagnarsi i figli minori di 14 anni (o altri minori di 14 anni sui quali le stesse persone esercitino la potestà genitoriale) e le persone disabili o non autosufficienti che con queste persone convivono. 

È possibile navigare le slide utilizzando i tasti freccia

Decreto Natale 2020: Italia rossa e arancione dal 24 al 6 gennaio

Da lunedì 21 dicembre, fino a domenica 10 gennaio, entra in vigore il Decreto Natale, ci troveremo quindi in zona gialla, rossa e arancione, a seconda dei giorni:
 
Zona Gialla: dal 21 al 23 dicembre e dal 7 al 10 gennaio
 
Zona Arancione: dal 28 al 30 dicembre e il 4 gennaio
 
Zona Rossa: dal 24 al 27 dicembre, dal 31 dicembre al 3 gennaio e il 5 e 6 gennaio.
 
Nelle slide del Governo, qui allegate, potete trovare maggiori indicazioni.
 
Potete inoltre consultare il sito della Regione Lombardia : https://bit.ly/2KCKPhg
o le FAQ sul sito del Governo : https://bit.ly/3rfh5aZ
 
DECRETO NATALE 1

DECRETO NATALE 2 negozi

DECRETO NATALE 3 spostami

DECRETO NATALE 4 amici

DECRETO NATALE 4 spostam cons

DECRETO NATALE 6 sport

DECRETO NATALE 7 negozi chiusi

DECRETO NATALE 8 edicole

DECRETO NATALE 9 arancio spostam

DECRETO NATALE 10 arancio chiusi

Aggiornamento dati coronavirus 15 dicembre 2020

Prosegue l'aggiornamento settimanale della pandemia in città, supportata da grafici illustrativi.
 
Nella settimana appena conclusa, come evidenziato nel primo grafico, il dato dei nuovi positivi è leggermente più basso rispetto a quello della scorsa settimana, a ulteriore conferma del calo delle positività che prosegue dal mese di  ottobre.
 
daticovid15-12-1
 
Questa settimana risultano 235 le persone ancora alle prese con il coronavirus, dato in diminuzione rispetto alle 343 della scorsa settimana; l’età media dei positivi è di 45 anni.
 
Le persone guarite da inizio marzo sono oggi 1.514, quasi 200 in più rispetto alle 1.366 della scorsa settimana.
 
Conseguentemente, come evidenziato nel secondo grafico, il numero dei guariti questa settimana è superiore e di tanto rispetto al numero dei nuovi positivi, sempre in riferimento allo stesso arco temporale.
 
daticovid15-12-2
 
Nel terzo e il quarto grafico viene pubblicato il trend di crescita di positivi e guariti.
 
daticovid15-12-3
 
daticovid15-12-4
 
Il quinto grafico mostra la distinzione per fasce d'età degli attuali positivi, secondo la classificazione del Ministero della Salute.
 
daticovid15-12-5
 
Il sesto grafico propone una suddivisione diversa, con classi d'età di 20 anni.
 
daticovid15-12-6
 
Le persone in sorveglianza attiva oggi, perché in contatto stretto con persone positive, in rientro dall'estero o con sintomi, e che per questo si sono rivolti ai medici di medicina generale sono 24, in leggero aumento rispetto alle 16 della scorsa settimana; l'età media dei sorvegliati è di 38 anni.
 
Anche a Brugherio quindi, i dati sono in diminuzione ormai da qualche settimana mentre i guariti sono sempre di più rispetto ai nuovi positivi.
 
Da domenica 13 dicembre la nostra regione è passata a “zona gialla” con le conseguenti riaperture di negozi e ristoranti.
 
Questo ci deve responsabilizzare ancora di più, sia rispetto ai comportamenti virtuosi che si devono mantenere, mascherine, distanza, igiene delle mani, sia del rispetto alle reali necessità che ci devono spingere ad uscire.

 

Dal 13 dicembre la Regione Lombardia viene collocata fra le regioni in "zona gialla"

Da oggi, 13 dicembre, la Lombardia viene collocata fra le regioni in "zona gialla".
Fino al 20 dicembre sono consentiti gli spostamenti all’interno della Regione, dalle 5 alle 22, senza dover motivare lo spostamento.
Sono inoltre consentiti gli spostamenti in entrata e in uscita dal territorio regionale da/verso altri territori collocati in zona gialla.
È consentito transitare nelle aree rosse o arancioni per raggiungere altri territori collocati in zona gialla.
Da oggi riaprono bar, ristoranti e tutte le attività di servizi di ristorazione, dalle 5 fino alle 18 è possibile consumare nei luoghi pubblici, dopo è consentito solo l'asporto fino alle 22, mentre la consegna a domicilio è permessa senza vincoli di orari.
Potete trovare tutti i dettagli e maggiori informazioni sul sito di Regione Lombardia.
e sul sito del Governo, nella pagina dedicata alle domande frequenti sulle misure adottate dal Governo. 

Aggiornamento dati coronavirus 9 dicembre 2020

Pubblichiamo l'aggiornamento settimanale dell'evoluzione della pandemia a Brugherio.
 
Il primo grafico mostra che nella settimana appena conclusa, il dato dei nuovi positivi è in forte calo rispetto ai dati dalla seconda metà di ottobre in poi.
 
covid9_12_20_1
 
Al momento 343 sono le persone alle prese con il coronavirus, il dato è in forte diminuzione rispetto alle 577 della scorsa settimana, mentre l’età media dei positivi è di 47 anni.
 
Le persone che sono guarite da inizio marzo sono 1.366, dato anche questo in forte aumento rispetto alle 1.088 della scorsa settimana.
 
Di conseguenza, come mostrato nel secondo grafico, il numero dei guariti è molto più grande dei nuovi positivi.
 
covid9_12_20_2
 
Il terzo e il quarto grafico mostrano il trend di crescita di positivi e guariti.
 
covid9_12_20_3
 
covid9_12_20_4
 
Il quinto grafico mostra la distinzione per fasce d'età degli attuali positivi, secondo la classificazione utilizzata dal Ministero della Salute, rendendo così immediatamente possibile il confronto con il dato nazionale.
 
covid9_12_20_5
 
Il sesto grafico mostra la suddivisione con classi d'età di 20 anni ognuna.
 
covid9_12_20_6
Le persone poste in sorveglianza attiva, perché contatti stretti di persone positive, rientri dall'estero o con sintomi, che si sono di conseguenza rivolte ai medici di medicina generale sono 16, rispetto alle 30 della scorsa settimana; l'età media dei sorvegliati è di 27 anni.
 
Anche a Brugherio, i dati sono in diminuzione e questo è un ottimo segnale affinchè, tenendo conto di qyesti dati, nei prossimi giorni ci potrebbero essere novità sul “colore” della Regione Lombardia, che potrebbe diventare zona gialla.
 
Occorre comunque non deviare dalla nostra responsabilità, mantenendo tutte le misure di precauzione in vigore: mascherine, distanza e igiene delle mani continuano ad essere, in attesa della campagna vaccinale, i “comportamenti virtuosi” necessari per combattere la diffusione del COVID-19.

Aggiornamento dati coronavirus 1 dicembre 2020

Pubblichiamo l'aggiornamento settimanale sull’andamento della situazione pandemica nella nostra città, coadiuvandoci di grafici che ci aiutano a visualizzare meglio i dati.
 
Nella settimana appena conclusa, il dato dei nuovi positivi è calato rispetto ai numeri delle ultime settimane, riportandosi ai livelli di inizio ottobre.
 
covid1dic1
 
Al momento abbiamo 577 persone alle prese con il coronavirus, in forte calo rispetto alle 757 della settimana appena trascorsa; l’età media dei positivi è di 47 anni.
 
Le persone che sono guarite, da inizio marzo a ieri, sono 1.088, dato anche questo in forte aumento rispetto alle 799 della scorsa settimana.
 
covid1dic2
 
Questa settimana, il numero dei guariti è notevolmente superiore a quello dei nuovi positivi; nel terzo e nel quarto grafico viene visualizzato il trend di crescita sia dei positivi che quello dei guariti.
 
covid1dic3
 
covid1dic4
 
Il quinto grafico mostra invece la distinzione, suddivisa in fasce di età degli attuali positivi, secondo la classificazione utilizzata dal Ministero della Salute, permettendo in questa maniera un confronto tra il dato brugherese e il dato nazionale.
 
covid1dic5n
 
Il sesto grafico invece, suddivide le fasce con classi d'età di 20 anni ciascuna.
 
covid1dic6
 
Un ultimo dato; le persone in sorveglianza attiva, perché contatti stretti di persone positive, rientri dall'estero o con sintomi, che si sono di conseguenza rivolte ai medici di medicina generale sono questa settimana 30, la metà della settimana precedente, mentre l'età media dei sorvegliati è di 31 anni.
 
Anche a Brugherio, come in tutto il paese, i dati sono al momento in diminuzione,  questo è un buon segnale che però deve ancora di più renderci consapevoli che non è il momento di abbassare la guardia, anzi, occorre ancora di più proseguire la lotta al virus con responsabilità e prudenza, mantenendo tutti i comportamenti che già conosciamo.

 

Aggiornamento dati coronavirus 24 novembre 2020

Aggiorniamo i dati, relativi alla scorsa settimana.
 
Dai data si evince che il numero dei nuovi positivi è sceso rispetto ai numeri delle ultime tre settimane.
 
Il primo grafico, mostra il numero totale delle persone ancora alle prese con il coronavirus, al momento sono 757, un dato anche questo in diminuzione rispetto alla scorsa settimana; l’età media dei positivi è di 45 anni.
 
Le persone guarite dall'inizio di marzo sono adesso 799, in forte aumento rispetto alle 560 della settimana precedente, pertanto questa settimana, il numero delle persone guarite supera quello degli attuali positivi.
 
Il secondo e il terzo grafico mostrano il trend di crescita di positivi e guariti.
 
Anche in questo caso, il numero dei positivi e dei guariti è in aumento.
 
Nel quarto grafico, viene rappresentata l’evoluzione settimanale del numero dei positivi e di quello dei guariti e il trend anche di questi due dati.
 
Nel quinto e ultimo grafico si mostra l'età degli attuali 757 positivi, suddivisi nelle quattro classi anagrafiche utilizzate anche il Ministero della Salute.
 
Le persone ad oggi poste in sorveglianza attiva, perché contatti stretti di persone positive, rientri dall'estero o con sintomi, che si sono rivolte ai medici sono 62, in aumento rispetto ai 58 della scorsa settimana; la loro età media scende a 43 anni, rispetto ai 53 della scorsa settimana.

È possibile navigare le slide utilizzando i tasti freccia

Aggiornamento dati coronavirus 17 novembre 2020

Il primo grafico si riferisce all'aumento settimanale dei casi di positività: nella settimana che si è appena conclusa il dato è tornato ad aumentare, seppure non di molto, rispetto alla settimana precedente.
 
Le persone ancora alle prese con il coronavirus sono 767, in aumento rispetto alle 678 della scorsa settimana; l'età media dei positivi è di 45 anni.
 
Le persone guarite da inizio marzo a ieri sono 560, ed è da notare il forte incremento rispetto alla scorsa settimana, quando erano 395.
 
Il secondo grafico vi mostra il trend di crescita dei positivi e delle guarigioni a partire dall'1 ottobre e fino a ieri, con le positività che salgono più velocemente rispetto alle guarigioni.
 
Il terzo grafico vi mostra, per ogni giorno dall'1 ottobre ad oggi, la distinzione tra guariti e positivi, dove questi ultimi sono sempre prevalenti.
 
E infine un quarto grafico che distingue per età gli attuali 767 positivi, nelle quattro classi anagrafiche che utilizza anche il Ministero della Salute.
 
Un ultimo numero per voi: le persone in sorveglianza attiva, perché contatti stretti di persone positive, rientri dall'estero o con sintomi, che si sono di conseguenza rivolte ai medici di medicina generale sono 58, in lieve diminuzione rispetto ai 66 della scorsa settimana; la loro età media è di 53 anni.
 
Tanti numeri e tanti grafici solo per ribadire, semmai ce ne fosse bisogno, che il virus circola ancora con forza a Brugherio, e che quindi è affidata alla responsabilità di ognuno di noi la messa in atto di tutte le misure di prevenzione che ormai conosciamo a memoria, per fare in modo che si arresti la crescita della diffusione.
 
Uscire di casa solo per necessità, lavoro e salute, igienizzare le mani, usare la mascherina e mantenere le distanza sono i quattro comportamenti virtuosi che devono diventare il nostro stile di vita di questo periodo.

È possibile navigare le slide utilizzando i tasti freccia

Aggiornamento del 9 novembre

Pubblichiamo i nuovi dati sull’andamento della situazione a Brugherio.

Nella settimana appena conclusa  la crescita epidemiologica è diminuita rispetto alla settimana precedente.

E' un dato incoraggiante, ma questo deve ancora di più fare aumentare l'attenzione nei cittadini.

Ad oggi sono 678 cittadini ancora alle prese con il coronavirus, numero che comprende persone positive al tampone ma asintomatiche, persone con sintomi e persone ricoverate.
 
L’età media dei positivi in questo caso è di 44 anni.
 
Il numero dei casi di persone che sono attualmente poste in sorveglianza attiva è di 66, perché contatti stretti di persone positive, rientri dall'estero o con sintomi, che si sono rivolte ai medici di medicina generale.
 
Anche in questo caso l’età media delle persone in sorveglianza attiva è di 44 anni.
 
Per quanto riguarda gli istituto scolastici, sono tante le classi dove si stanno verificando casi che comportano l’attivazione della didattica a distanza (per elementari e medie) o la sospensione temporanea delle attività (per nidi e infanzia).
 
Per quanto riguarda Bosco in città la situazione è delicata, e deve essere affrontata con estrema attenzione, in continuo contatto con la struttura, il comitato parenti e con le autorità sanitarie regionali.
 
Invitiamo i cittadini a continuare nel rispetto delle regole.
 
Brugherio, come tutta la Lombardia, fa parte delle zone classificate zona rossa, e quindi assoggettata al rispetto delle regole più restrittive in vigore nel paese.

Aggiornamento di lunedì 2 novembre

Questa al momento, è la situazione della evoluzione pandemica a Brugherio.
 
Come già accade in tutto il Paese, anche nella nostra città i casi di positività sono in tendenziale aumento.
 
I dati, confermati dalla Prefettura, indicano che da marzo ad oggi, 302 sono i casi di persone guarite, mentre i cittadini brugheresi affetti da Covid 19, in ogni sua forma e livello di gravità, risultano al momento 537. 
 
In questo numero rientrano tutte le persone che sono state riconosciute positive al tampone, sia quelle che risultano asintomatiche, sia quelle con sintomi, sia le persone ricoverate.
 
Dai dati ad oggi in possesso, si riscontra che l'età media dei positivi è di 44 anni.
 
Le persone in sorveglianza attiva sono 135 e sono il risultato di contatti stretti di persone positive, di rientri da Paesi esteri o che presentano sintomi e che si sono rivolte ai medici di medicina generale.
 
In questi casi, l'età media è ancora più bassa, 38 anni.
 
In questa settimana si è aggiunta la notizia della ripresa dei decessi causa del coronavirus anche a Brugherio e, in particolare, nella struttura Bosco in città.
 
La situazione viene costantemente monitorata, e costante è il  contatto con la direzione della struttura, il comitato parenti e con ATS.
 
Questa mattina è previsto un nuovo vertice tra il Governo e Regione e tra Regione e i Sindaci delle città  capoluogo.
 
A seguito degli incontri e delle successive comunicazioni alla Camera e al Senato da parte del Presidente del Consiglio, in serata o domani dovrebbero arrivare le nuove regole che sostituiranno i DPCM e le ordinanze al momento in vigore e che provvederemo a rendere note.
 
aggnov

I dati di Brugherio da settembre al 25 ottobre

Nell'immagine l'aumento del numero di casi settimanali, a partire dalla prima settimana di settembre e fino a domenica 25 ottobre, come emergono dai dati che ci trasmette ogni giorno la Prefettura.
 
Come in tutte le città, anche a Brugherio i casi sono in progressivo aumento; i dati della Prefettura ci indicano che ad oggi ci sono 253 persone alle prese con il coronavirus; di questi 71 risultano a domicilio e per 182 non abbiamo indicazioni, perchè i dati della Prefettura non ci indicano lo stato di salute delle persone.
 
Sono 125 le persone in sorveglianza attiva, perché contatti stretti di persone positive, rientri dall'estero o con sintomi, che si sono di conseguenza rivolte ai medici di medicina generale.
 
C'è grande attenzione, in questi giorni, per i casi che si stanno verificando nelle scuole e c'è anche grande preoccupazione per quanto sta avvenendo al Bosco in città; siamo in costante contatto con la direzione della struttura, il comitato parenti e con ATS.
 
A tutti, ancora una volta, si raccomandano prudenza, attenzione e responsabilità.

aumento settimanale casi positivita

 

Nuova ordinanza Regione Lombardia 623 (dal sito di Regione Lombardia)

Il Ministro della Salute Roberto Speranza e il Presidente di Regione Lombardia Attilio Fontana hanno firmato una nuova Ordinanza per stabilire ulteriori misure di prevenzione e gestione dell’emergenza Covid-19.

Su tutto il territorio di Regione Lombardia, dalle ore 23.00 alle ore 5.00 del giorno successivo, sono consentiti soltanto gli spostamenti motivati da esigenze lavorative, situazioni di necessità, situazioni di urgenza o motivi di salute. Per giustificare gli spostamenti sarà necessario esibire una autodichiarazione che potete trovare tra i documenti.
È consentito in ogni caso fare rientro presso il proprio domicilio, dimora o residenza.

Il Presidente Attilio Fontana ha inoltre firmato la nuova Ordinanza n. 623, che aggiorna ed integra i contenuti dell’Ordinanza n. 620 del 16 ottobre.

Le disposizioni riportate dall’Ordinanza del Ministro della Salute e dall’Ordinanza regionale n. 623 entrano in vigore a partire dal 22 ottobre e restano valide fino al 13 novembre 2020.

torna all'inizio del contenuto