Bosco e selve domestiche, dal 15 aprile al 5 maggio torna a Brugherio “Le immagini della fantasia 38”

Informazioni Generali

  • Dal 15 aprile al 5 maggio
  • Palazzo Ghirlanda Silva ospita due sezioni della mostra internazionale di illustrazione per l’infanzia con laboratori, conferenze, letture e visite guidate…in presenza e online

Dal 15 aprile al 5 maggio nella sede della biblioteca di Brugherio, a palazzo Ghirlanda, sarà allestita la tradizionale mostra internazionale “Le immagini della fantasia”, curata dalla Fondazione Zavrel di Sarmede, sotto la direzione artistica di Gabriel Pacheco.

In tempi di pandemia e di conseguente lockdown, la mostra vuole da un lato rispecchiare il sentimento di questo periodo di oscurità e inquietudine, dall’altro lanciare un colorato segnale di rinascita: sarà possibile, su prenotazione, visitare le tavole esposte e sfogliare gli albi illustrati in mostra, ma anche da casa, online, approfittare di un tour virtuale, ascoltare storie e partecipare a laboratori creativi.

A Brugherio saranno esposte le tavole di nove artisti da tutto il mondo, ambientate in quello che è il luogo principe delle fiabe, il bosco. Intricato, buio, denso di suoni sconosciuti e movimenti sfuggenti che portano paura e inquietudine, ma anche luogo di passaggio e attraversamento necessario ad ogni trasformazione vitale nel cammino della crescita. Una sezione della mostra è per l’appunto intitolata “Buscare nel bosco”, un gioco di parole che ci porta subito a immaginare una ricerca, laddove il sentiero non è più visibile e il pericolo si può nascondere a ogni passo. Buscare è cercare e insieme ricevere, magari un ceffone, perché l’avventura di crescere non è mai lineare e indolore.

Tutti gli eventi in programma

“Illustrare il bosco delle fiabe” è il titolo della conferenza di apertura della mostra, in programma giovedì 15 aprile alle ore 18, in diretta streaming sul canale Youtube della biblioteca. A parlare sarà il direttore artistico, Gabriel Pacheco, illustratore messicano di fama internazionale, che ha scelto di essere presente di persona a Brugherio per dare il via a questa edizione. Pacheco, che ha appena pubblicato il suo ultimo lavoro dedicato proprio a Cappuccetto Rosso, fiaba in cui il bosco gioca un ruolo decisivo, ne illustrerà i molteplici significati fornendo un’occasione preziosa di formazione e approfondimento a docenti, bibliotecari, educatori, giovani (o aspiranti) illustratori ma anche semplici appassionati di fiabe e illustrazioni

C’è anche un bosco metaforico: esistono nei luoghi consueti della vita quotidiana, dentro le nostre stesse case, zone in cui intricate moltitudini di oggetti creano, nella confusione, nascondigli e posti segreti. Questo è il tema dell’altra sezione della mostra, intitolata “Selve domestiche”, curata da Marnie Campagnaro, docente di Teoria e Storia della letteratura per l’infanzia all’Università di Padova.

La sezione ospita le tavole di cinque albi, illustrati da altrettanti artisti provenienti da tutto il mondo, che ci trasportano d’incanto in luoghi consueti e allo stesso tempo misteriosi; domestici e quotidiani e allo stesso tempo selvatici. Qui molte cose si possono perdere, noi stessi ci possiamo nascondere e rifugiare.

Come visitare la mostra

Sono in programma visite guidate, naturalmente contingentate, su prenotazione e nel pieno rispetto delle norme di sicurezza anti pandemia, che si svolgeranno solo se la Regione Lombardia sarà in "zona gialla".

Ci si può prenotare, per telefono o mail, per un turno a scelta nel periodo dal 16 aprile al 5 maggio, nei pomeriggi dal martedì al venerdì, con quattro visite, una all’ora a partire dalle 15.

Inoltre, sul sito del Comune di Brugherio sarà disponibile, da fine mese, la visita virtuale, grazie alla collaborazione dell’ufficio Cultura. Anche online, dunque, si potranno vedere le tavole della mostra, ciascuna corredata di didascalia che potrà essere letta o ascoltata. Bambine e bambini che hanno nostalgia delle belle visite guidate curate dalle bibliotecarie nelle passate edizioni, con le classi, troveranno un percorso virtuale a loro dedicato, pieno di sorprese..

Da sempre la biblioteca ha arricchito l’occasione della mostra con l’offerta di numerosi laboratori per bambini e bambine, ad oggi impossibili in presenza a causa delle disposizioni sanitarie vigenti.

Le bibliotecarie della Sala Ragazzi non si sono arrese e proveranno a guidare a distanza gli iscritti collegati da remoto a realizzare simpatiche creazioni con materiali semplici. Occorre come sempre iscriversi (i posti sono limitati), procurarsi per tempo l’occorrente che sarà comunicato, collegarsi all’orario stabilito e tenere un adulto a portata di mano in caso di necessità.

Il primo laboratorio, “Oplà, la casa è fatta”, è riservato all’età della prima e seconda elementare, prevede l’uso di carta, forbici e colori, i due appuntamenti in calendario sono sabato 17 aprile e mercoledì 5 maggio, alle ore 15.

Per il secondo laboratorio, “Il bosco in uno strappo”, pensato per chi è in terza, quarta o quinta elementare, serviranno semplicemente carta assorbente e acquerelli per una creazione di grande effetto finale: mercoledì 21 e 28 aprile, alle ore 18.

Non potevamo certo mancare le storie da ascoltare: anche questa volta ci penseranno i Sopravoce, lettori volontari della biblioteca, a leggere e animare storie dal bosco e dalle selve domestiche.

Due appuntamenti in streaming, pensati per bambini e bambine delle elementari: sabato 24 aprile e sabato 1 maggio, alle ore 15, aperto a tutti coloro che si vorranno collegare liberamente

Info

Informazioni sul sito del Comune di Brugherio, sezione biblioteca e sulla pagina Facebook della biblioteca.

Il canale Youtube è raggiungibile entrando nel sito di Youtube e digitando “biblioteca brugherio” nella stringa di ricerca.

Per le prenotazioni ai vari appuntamenti:

• telefono: 039.2893.401

• mail: biblioteca@comune.brugherio.mb.it.

torna all'inizio del contenuto