Comunicato sanzioni impianti semaforici di Viale Lombardia

Informazioni Generali

  • Sabato 17 luglio 2021
  • Comunicato dell'Amministrazione Comunale relativo alle sanzioni impianti semaforici di Viale Lombardia

Da qualche giorno sono state inviate le notifiche delle sanzioni rilevate dagli impianti che fotografano le infrazioni commesse in viale Lombardia, all’incrocio con Via Monza / Via Vittorio Veneto e Via Sauro / Via De Gasperi.

La scelta di posizionare in prossimità dei semafori di queste due intersezioni gli impianti di verifica delle infrazioni deriva dalla volontà di incrementare la sicurezza stradale e di conseguenza ridurre in maniera importante il numero di incidenti che si verificano sull’asse di Viale Lombardia, una delle vie più trafficate della nostra città.

Gli impianti verificano due tipi di infrazione: il passaggio con il rosso ed il mancato rispetto della segnaletica orizzontale (compreso quindi il sorpasso nella corsia di sinistra, proseguendo invece dritto).

Le due distinte tipologie di sanzioni, previste dalla legge, comportano differente valore economico e diversificata è anche la decurtazione di punti della patente.

Gli impianti di recente acquisto, fornitura e installazione sono in possesso dell’omologazione ministeriale per l’accertamento in automatico; prima della loro messa in funzione sono stati per diversi giorni utilizzati in sola modalità di verifica del corretto funzionamento senza sanzionamento, tarati, collaudati e sono state acquisite tutte le certificazioni del caso.

Dell’acquisto di questi impianti e della loro attivazione è stata data comunicazione anche sui giornali locali; è stata inoltre posizionata la segnaletica in luogo.

Con le notifiche delle prime sanzioni, si sono sollevate molte proteste da parte delle persone che hanno ricevuto una o più sanzioni; anche per questo motivo è stato messo a disposizione, sul sito del Comune, un servizio di cortesia, che consente di verificare le fotografie dell’infrazione commessa.

Mentre sono poche le contestazioni in merito alle sanzioni ricevute per il passaggio con il rosso, sono numerose quelle relative alla violazione della segnaletica orizzontale; alcuni cittadini hanno anche ipotizzato che, relativamente a tale violazione, l’impianto non sia perfettamente funzionante.

Anche alcuni consiglieri comunali hanno richiesto chiarimenti in merito al corretto funzionamento dell’impianto per quanto riguarda il mancato rispetto della segnaletica orizzontale.

Per tutti questi motivi, l’Amministrazione comunale comunica che intende dare mandato al dirigente del Settore Servizi istituzionali, nonché Comandante della Polizia locale:

  • di compiere una verifica supplementare del sistema di rilevazione delle infrazioni relative al mancato rispetto della segnaletica orizzontale;

  • di sospendere, di conseguenza, l’attività di rilevazione e conseguente accertamento delle infrazioni relative al mancato rispetto della segnaletica orizzontale.

Nel corso di questa fase di verifica e conseguente sospensione, l’Amministrazione comunale intende:

  • promuovere una nuova campagna di comunicazione, per spiegare le motivazioni delle scelte di acquisto di strumenti a garanzia della sicurezza dei cittadini e delle modalità di rilevamento delle infrazioni alla violazione della segnaletica orizzontale;

  • procedere ad una ulteriore implementazione della segnaletica e della cartellonistica di rilevamento delle infrazioni, anche se non imposta dal Codice della Strada.

Questa sospensione tecnica, che consentirà di verificare il corretto funzionamento del sistema e di implementare la fase di comunicazione, durerà fino a tutto il mese di settembre.

Resta invece attiva, senza nessuna sospensione, la fase di rilevazione e conseguente accertamento del passaggio con il semaforo rosso.

Relativamente ai verbali già notificati o già accertati ed in corso di notifica, che si riferiscono ad un periodo non oltre i primissimi giorni di giugno, si ricorda a chi ha ricevuto un verbale che non è possibile per legge modificare il termine dei cinque giorni per il pagamento in misura ridotta del 30% della sanzione, e che pertanto nessuna decisione politica potrebbe modificare un termine fissato dalla legge, né tanto meno procedere ad annullamenti degli stessi.

Resta salva la facoltà, per coloro che ritengono di aver fondato motivo, contestare il verbale promuovendo un ricorso al Prefetto o al Giudice di Pace, nei modi e nei termini indicati sugli stessi verbali.

Si rammenta infine che vi è l’obbligo di comunicare i dati del conducente, poiché la legge non consente la decurtazione dei punti in caso di mancata comunicazione, ma impone a carico del proprietario del veicolo una ulteriore pesante sanzione.

torna all'inizio del contenuto