Centro Antiviolenza

Descrizione Procedimento

LA VIOLENZA DEGLI UOMINI SULLE DONNE

E' una violazione dei diritti umani ed è un problema grave sociale che minaccia la sicurezza, l'equilibrio, l'integrità fisica e mentale di ogni donna e causa gravi disagi e sofferenza ai suoi figli.

Il 20% della popolazione femminile del pianeta ha subito almeno una volta nella vita aggressioni fisiche o sessuali.


COME RICONOSCERE LA VIOLENZA

La violenza si manifesta in tante forme, si esprime e sviluppa nel tempo con vari livelli di intensità e gravità:

 

VIOLENZA ECONOMICA

Ostacolare la ricerca o il mantenimento del posto di lavoro, non permettere di disporre di un conto in banca, escludere dalla gestione del denaro familiare, rinfacciare ogni spesa, appropriarsi di beni personali, fare acquisti importanti con soldi della famiglia senza richiedere il parere della compagna.

 

VIOLENZA PSICOLOGICA

Critiche continue, insulti, minacce, umiliazioni, denigrazione, anche in presenza di altri, continuo controllo, tentativi di isolamento da parenti e amici.

 

VIOLENZA FISICA

Pugni, schiaffi, strattoni, botte, distruzione di oggetti, cose.

 

VIOLENZA SESSUALE

Rapporti sessuali forzati, costrizioni a guardare e/o utilizzare materiale pornografico, avances sempre più pesanti, richieste di rapporti sessuali impliciti ed espliciti, contatti intenzionali con il tuo corpo, ricatti a seguito di rifiuti.

 

STALKING
Persecuzioni, molestie assillanti, innumerevoli e-mail e sms, continue visite indesiderate, pedinamenti.

 

LA RETE ARTEMIDE

 

Nella Provincia di Monza e Brianza è attiva dal 2009 la RETE ARTEMIDE.

 

I soggetti principali della Rete sono: Comune di Monza (capofila), Comune di Brugherio, 5 Ambiti territoriali e i relativi 55 Comuni , Provincia di Monza e Brianza, Prefettura, Procura, Polizia di Stato, il Gruppo Carabinieri di Monza, ATS della Brianza, ASST di Monza e Desio, ASST di Vimercate, Cadom, White Mathilda, Telefono Donna, Novo Millennio Onlus, La Grande Casa, Centro Ambrosiano di solidarietà, AFOL, Istituti Clinici Zucchi, Policlinico di Monza, Ordine dei Medici.

 

La finalità della RETE è accogliere ascoltare, informare in maniera puntuale sulle conseguenze della violenza subita e sulla gravità del reato, nonché sul diritto delle donne a essere protette in strutture dedicate.

 

Inoltre per/con ogni donna i soggetti della rete mettono a punto, in forma integrata e sinergica, progetti personalizzati di fuoriuscita dalle situazioni di rischio o violenza.

 

CENTRO ANTIVIOLENZA BRUGHERIO

 

In tutti i centri antiviolenza attivati dalla Rete Artemide ogni donna trova delle operatrici qualificate che possono supportarla offrendo ascolto, accoglienza, consulenza legale, sostegno psicologico e un eventuale inserimento in una casa protetta se in situazioni di alto rischio rilevato. I centri operano gratuitamente nel pieno rispetto della riservatezza di ogni donna.

 

Il centro antiviolenza di Brugherio è operativo in via Oberdan 83 il martedì dalle 9.30 alle 12.30 ed il venerdì dalle 14.30 alle 17.30; è possibile contattarlo chiamando il 333 8399968 oppure inviando una mail a sportelloantiviolenzabrugherio@gmail.com

 

Lo sportello sarà chiuso il 15 agosto e dal 22 agosto al 4 settembre 2022.

 

REPERIBILITA’ TELEFONICA

 

Il numero di reperibilità telefonica 342.75.26.407 è attivo 24 ore su 24 il sabato, la domenica e nei giorni festivi e dalle 18 alle 9.30 nei giorni feriali.

Rete Artemide

torna all'inizio del contenuto