Medici di base e poliambulatorio: il punto della situazione

Informazioni Generali

Gli aggiornamenti di lunedì 17 gennaio 2022

Pubblichiamo gli ultimi aggiornamenti relativi alla situazione di carenza di medici di medicina generale, problematica che riguarda tutta l’Italia, con una particolare criticità in Lombardia e nella Provincia monzese.
 
Per fronteggiare la grave situazione attuale, l'Amministrazione comunale di Brugherio ha già provveduto a mettere in atto alcune importanti iniziative che riproponiamo a tutti i cittadini.
 
Sono state destinate, già dallo scorso mese di luglio, risorse comunali per permettere la presenza di almeno un presidio a San Damiano, evitando così che i cittadini coinvolti siano obbligati, per poter essere assistiti, a recarsi sino in via Oberdan.
 
Si è attivata una continua ricerca di dialogo con Regione Lombardia, anche in questo caso  già dallo scorso mese di luglio, per chiedere risposte precise alle questioni più gravi - nessuna risposte al momento è pervenuta -, e si è avviato un confronto che ormai è diventato quotidiano con ATS e ASST, per attivare iniziative che possano ridurre i disagi che i cittadini brugheresi stanno affrontando.
 
Al momento è pervenuta al Sindaco, solamente una risposta, da parte di ATS, la quale conferma anzitutto che arriveranno a Brugherio i tre medici iscritti al corso di formazione in medicina generale, che avranno la possibilità di prendere in carico un numero massimo di 650 assistiti ciascuno.
 
Per questi medici ATS ha richiesto all'Amministrazione comunale cittadina un aiuto nella messa a disposizione di spazi comunali dove sia possibile attivare gli ambulatori.
 
L'amministrazione Comunale ha garantito la massima disponibilità affinchè questi ambulatori possano essere attivati nel più breve tempo possible.
 
A seguito del reclutamento di nuovi medici, reclutamento attivato da Regione Lombardia, oltre alle tre candidature dei medici corsisti, è arrivata una ulteriore disponibilità su Brugherio, già operativa, con un massimale di 1.500 assistiti.
 
A San Damiamo si insedierà a breve anche un nuovo medico titolare, medico che sostituirà ufficialmente il dott. De Rosa, mentre il medico che al momento sostituisce la dott.ssa Viganò, ha rassegnato le dimissioni con decorrenza 15 febbraio; per la sua sostituzione, nel mese di marzo verrà pubblicata da Regione Lombardia una nuova di richiesta di medico.
 
Per finire, ATS ha chiesto ai medici di base già insediati a Brugherio che ne avevano la possibilità, la disponibilità di aumentare il proprio massimale di pazienti, questa disponibilità ha permesso un aumento del servizio per 1.400 posti.
 
A seguito di tutti questi interventi, la mancanza dei 6 medici che al 31 dicembre scorso causavano la carenza di assistenza del medico di base ad un numero poco superiore ai 7.200 cittadini brugheresi, ad oggi si è riusciti a garantire la disponibilità di assistenza per 4.950 persone.
 
Chi al momento invece non riuscirà ad avere assegnato un medico, dovrà proseguire ad usufruire del servizio di Continuità Assistenziale Diurna, servizio attivato a San Damiano con le risorse messe a disposizione dall'Amministrazione comunale brugherese
 
Per poter usufruire di questo servizio è necessario prenotare un appuntamento, telefonando non più al numero verde ma al nuovo numero: 338.72.67.496, attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 15:30 alle ore 18:30.
 
ATS ha assicurato il Sindaco che gli assistiti in carico ai medici cessati riceveranno una comunicazione di inserimento di nuovi medici a Brugherio, affinchè possano procedere con la scelta del nuovo medico, attraverso il sistema di scelta e revoca gestito da ASST.
 
Con la medesima procedura, anche i nuovi residenti a Brugherio potranno scegliere il medico.
 
Anche nella scelta del medico, il Sindaco si è attivato con ASST, affinchè venga modificato il sistema di scelta e revoca, che al momento risponde solo tramite mail, per svolgere le pratiche o per fissare poi appuntamenti al poliambulatorio di viale Lombardia, perchè sono giunte diverse segnalazione da parte dei cittadini interessati che lamentavano la mancanza di risposte o risposte tardive.
 
Vista l'importanza del problema che coinvolge oggi molti cittadini brugheresi, questa pagina web continuerà a pubblicare aggiornamenti, ricordando che l'Amministrazione cittadina si sta attivando con il massimo impegno,  mettendoci risorse economiche, offrendo spazi e continuando a sollecitare le autorità competenti, affinché  il diritto alla salute sia garantito a tutti i brugheresi.

Servizio di Continuità Assistenziale Diurna

Si avvisa la cittadinanza che, a partire da lunedì 11 gennaio 2022, per contattare il medico addetto al servizio di Continuità Assistenziale Diurna - CAD -, nonchè per l'accesso all'ambulatorio di San Damiano, in Via Corridoni 5, il numero telefonico da comporre è: 338.72.67.496.

Il servizio è attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 15:50 alle ore 18:30.

L'accesso all'ambulatorio, per motivi di sicurezza, è possibile soltanto a seguito di prenotazione.

Sono trascorse alcune settimane dall’ultimo aggiornamento relativo a medici di base e servizi del poliambulatorio di Viale Lombardia, notizia che potete trovare a questa pagina e, a seguito di questa notizia, pubblichiamo alcuni importanti aggiornamenti che sono nel frattempo intervenuti. 

MEDICI DI BASE

La mancanza dei medici di medicina generale, problematica riscontrabile in tutto il nostro paese, è un argomento affrontato molto spesso da giornali e televisioni; secondo i dati risalenti al mese di settembre 2021, solo in Provincia di Monza, ne mancavano 55 in 36 Comuni.

Come vengono sostituiti i medici che vanno in pensione?

Le sostituzioni avvengono o tramite l’arrivo di un nuovo medico, e questa dovrebbe essere la soluzione ottimale, oppure mediante soluzioni temporanee o parziali, quali un incaricato provvisorio, i laureati in medicina e chirurgia abilitati all'esercizio professionale, la continuità assistenziale.

Anche a Brugherio attulmente le sostituzioni stanno avvenendo in questi modi diversi.

Al momento sono operativi degli incaricati provvisori, attualmente almeno tre in servizio, ed è stata anche attivata, a partire dallo scorso mese di luglio, grazie ad un contributo economico del Comune - senza il quale questo servizio, seppur svolto in maniera parziale non ci sarebbe stato - la continuità assistenziale per gli assistiti di un medico non sostituito a San Damiano.

Sempre a San Damiano, i pazienti della dott.ssa Viganò sono stati invece assegnati ad un incaricato provvisorio.

La continuità assistenziale è stata attivata da qualche giorno anche per gli assisti del dott. Carafassi, che è andato in pensione alla fine del 2021 e poichè ATS non ha informato preventivamente l’Amministrazione comunale di questo pensionamento, come invece era avvenuto per la situazione di San Damiano, non è stato possibile una informazione preventivamente ai cittadini.

I pazienti del dott. Carafassi stanno ricevendo proprio in questi giorni direttamente a casa, una comunicazione da parte di ATS; nella comunicazione è scritto che per ora, in attesa della disponibilità di un nuovo medico, si dovranno rivolgere al servizio di continuità assistenziale diurna, attivato a San Damiano in via Corridoni 5 tutti i giorni, dal lunedì al venerdì, dalle ore 15:30 alle ore 18:30.

Per poter parlare con il medico di ambulatorio o per accedere all’ambulatorio, è necessario comporre il numero unico 116.117, attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 15:30 alle ore 18:30.

Entro il mese di febbraio, giungeranno a Brugherio anche tre corsisti laureati in medicina e chirurgia, abilitati all'esercizio professionale, che potranno assistere un massimo di 650 pazienti.

L’Amministrazione comunale sta lavorando con loro e con ATS per individuare degli spazi idonei dove i medici stessi potranno ricevere i loro assistiti.

Il Sindaco ha anche chiesto ad ATS di essere tempestivamente informato sulle situazioni future che si verificheranno sul territorio, perché i cittadini chiedono ai Sindaci le informazioni sui medici, e spesso gli amministratori non sono in grado di dare risposte, non avendo avuto informazioni in merito dalle istituzioni competenti.

Questa è una situazione che si sta verificando anche in altri Comuni.

La situazione al momento è ancora fortemente critica, le ATS da sole non possono essere in grado di gestire queste carenze, che sono gravi in momenti “ordinari”, ma lo sono ancora di più oggi, in una fase così complicata a causa del covid.

Restano ancora più attuali le ragioni che avevano spinto il Sindaco a chiedere nel mese di luglio, mediante una lettera, un intervento regionale a supporto di ATS; ad oggi però, non è pervenuta nessuna risposta dai vertici regionali.

POLIAMBULATORIO

I servizi del poliambulatorio, CUP, centro prelievi, ambulatori di medicina interna, otorinolaringoiatria, ortopedia, cardiologia e oculistica, erano stati riaperti a settembre, dopo la lunga sospensione dovuta alle decisioni regionali, e in questi giorni erano stati chiusi per la pausa delle festività di Natale e del nuovo anno e avrebbero dovuto riaprire dal prossimo lunedì.

Ieri il Sindaco ha ricevuto una mail da ASST, nella quale è scritto che “a causa dell’ulteriore ondata pandemica che sta interessando la nostra Provincia e che determina un aggravio delle incombenze a carico del personale sanitario, la riapertura originariamente prevista per lunedì 10 gennaio del poliambulatorio di viale Lombardia non potrà avere luogo”, perché come già avvenuto in precedenza c’è la necessità di “dedicare il personale infermieristico alle attività di esecuzione tamponi e di assistenza all’interno dei reparti ospedalieri”.

Quindi al momento, il CUP ed il centro prelievi restano chiusi, e le visite programmate nel poliambulatorio, saranno spostate all’ospedale vecchio.

Nessun cambiamento invece per i servizi assicurati dal consultorio e dalla UONPIA.

L'accesso agli sportelli per la scelta e revoca, per il rinnovo delle esenzioni da reddito e per il rilascio del pin della tessera sanitaria è consentito su appuntamento, da prenotare chiamando lo 039.23.34.532 il giovedì e venerdì dalle ore 10:00 alle 12:00, oppure scrivendo una mail a: sceltarevoca.brugherio@asst-monza.it

Tramite il sito web comunale continueremo a dare aggiornamenti riguardo questa situazione di forte criticità che stiamo subendo sul nostro territorio, da un lato a causa della cronica carenza dei medici e dall’altro a causa della nuova emergenza che si sta affrontando con la diffusione delle varianti del covid.

 

torna all'inizio del contenuto