logo comunale logo 150

L'ordine e il caos

Mon Oct 23 09:02:00 CEST 2017 icona per la stampa della pagina

L’ordine e il caos, filo rosso della quarta edizione di “Scienza, ultima frontiera”

"Basta con questo caos, è insopportabile, metti subito le tue cose in ordine!" è il ritornello che ciascuno di noi si è sentito dire (da adolescente) o ha detto/urlato (da genitore).

Alla base, la diffusa convinzione che ordine sia bene, mentre disordine o caos siano male. Il che non è del tutto sbagliato, ma, se diventa chiave di lettura della realtà, rischiamo di prendere grandi abbagli.

Le cinque serate di questa quarta edizione della rassegna, ormai diventata un atteso appuntamento, ci aiuteranno a scoprire che le cose non sono così semplici o scontate. Ogni aspetto del mondo in cui viviamo vede convivere ordine e caos, che risultano dunque inseparabili amici e non acerrimi nemici in perenne lotta tra loro.

Proprio una situazione di disordine, ci dicono oggi i fisici, ha dato origine al nostro universo e da allora tutte le dimensioni della materia sono compenetrate da ordine e caos, contemporaneamente.

Partiremo proprio da qui, per un viaggio di scoperta e conoscenza che ci porterà dal cosmo ai numeri, dalla storia di noi umani alla nostra testa in cui -come ben sappiamo- convivono ordine e caos.
Sono certa che resteremo ancora una volta affascinati e sorpresi...

Grazie di cuore a tutti i relatori che hanno detto di sì al nostro invito: sono cinque voci autorevoli ed esperte, personaggi di alto spessore scientifico e di grande capacità comunicativa.

Grazie a tutti coloro che hanno preparato l'iniziativa e ne garantiscono il buon funzionamento sera per sera.

Grazie a Elena Cattaneo, che dice di essere solo «una fra il pubblico, venuta per imparare», ma che in realtà incoraggia e aiuta i bibliotecari nella lunga preparazione di questa bella rassegna, che fa risuonare ancora una volta, alta e forte, ma alla portata di tutti, la voce della scienza.

 

Laura Valli, Assessora alle Politiche culturali

La quarta edizione della rassegna “Scienza, ultima frontiera” “L’ordine e il caos”: cinque venerdì di scienza a Brugherio

Dal 27 ottobre al 1° dicembre, con inizio ore 21,
all'Auditorium comunale di via San Giovanni Bosco 29
Ingresso libero in sala – Diretta streaming per gruppi di ascolto

 

La nuova rassegna di divulgazione scientifica, in cui sono graditi i non addetti ai lavori, sarà guidata questa volta dal filo rosso di "ordine e caos", due parole spesso lette come contrari che si escludono, in realtà sempre compresenti nel mondo in cui viviamo.

L'universo, anzitutto: fin dall'antichità lo pensavamo come il regno dell'ordine immutabile, al punto da chiamarlo "cosmo", che vuol dire proprio "ordine, regolarità", un orologio infallibile di cui è possibile capire le leggi di funzionamento.

Ma è davvero così? Proverà a rispondere alla domanda Adriano Fontana, astrofisico dell'Osservatorio astronomico INAF di Roma, nella serata inaugurale del ciclo, venerdì 27 ottobre. A partire dalle osservazioni sulle galassie più remote, grazie ai nuovi telescopi, potremo capire qualcosa di più sul posto in cui viviamo, così grande e sconosciuto.

La seconda tappa sarà dedicata all'indagine sulla nostra storia più antica di Homo sapiens, alla luce delle continue nuove scoperte e della sempre maggior conoscenza del DNA.

A guidare la serata, venerdì 3 novembre, il famoso genetista Guido Barbujani, dell'università di Ferrara, noto anche come scrittore e divulgatore: ci parlerà dell'evoluzione umana, degli snodi fondamentali di questa storia non sempre ordinata e lineare. Una storia che riguarda tutti noi, l'abbiamo scritta in ogni nostra cellula, eppure ne sappiamo poco.

Le scoperte degli specialisti faticano a diventare patrimonio comune della società civile, scontrandosi spesso con false immagini e pregiudizi duri a morire, come quello del famigerato "anello mancante".

Il terzo appuntamento sarà dedicato a una disciplina scientifica che non aveva avuto ancora un suo spazio nelle varie rassegne, una materia che sembra terreno riservato a poche menti eccelse e strambe: la matematica.

Sono proprio i numeri a dare un ordine al mondo, a descrivere con equazioni le leggi che lo fanno funzionare. Ma è anche vero che proprio nella matematica è nata la "teoria del caos" che sembra affermare l'esatto contrario: molti fenomeni non sono prevedibili perché un piccolissimo cambiamento in una delle molte variabili provoca uno sviluppo completamente diverso.

A tentare di farci capire qualcosa di tutto ciò verrà a Brugherio un giovane e affermato matematico, Giuseppe Mingione, dell'università di Parma: le sue ricerche sono tra le più citate al mondo e lui è fermamente convinto che la matematica sia alla portata di tutti. Provare per credere, sfidando la superstizione: la sua serata sarà venerdì 17 novembre!

Quarto appuntamento appannaggio delle neuroscienze, disciplina che in questi ultimi anni sta studiando sempre più a fondo il cervello umano, sinapsi per sinapsi, con scoperte sorprendenti. Noi ci chiederemo che ruolo giocano l'ordine e il caos nei nostri neuroni, a partire da uno dei problemi più difficili da studiare: il mistero della coscienza.

Ritorno graditissimo a Brugherio, venerdì 24 novembre, del neurofisiologo Marcello Massimini, dell'università di Milano, esperto mondiale di coma e coscienza.

Il 1° dicembre, per la serata di chiusura, lo speaker sarà Vittorio Lingiardi, psichiatra e psicoanalista dell'università di Roma (ma anche poeta), che proverà a far luce su quel che succede "dentro la nostra testa": esperienza comune di tutti noi è riconoscere presenti sia

l'ordine sia il caos. A volte quest'ultimo prende il sopravvento e determina disagio e sofferenza grandi: Lingiardi proverà a far luce sulla personalità umana e i suoi disturbi, per aiutarci a capire meglio chi siamo e come siamo.

A introdurre e moderare le serate Ermanno Vercesi, della Biblioteca di Brugherio ideatrice della manifestazione promossa dall'Amministrazione comunale, che conta sulla collaborazione di Elena Cattaneo, scienziata e senatrice a vita, madrina dell'iniziativa.

Tutti gli incontri si tengono presso l'Auditorium comunale, in via San Giovanni Bosco 29 a Brugherio (MB). L'ingresso libero, fino a esaurimento posti (apertura porte alle 20:15), con possibilità di seguire la serata in diretta audio/video dalla sede della Biblioteca civica, in via Italia 27.

Gli organizzatori offrono a scuole, biblioteche, associazioni che volessero costituire un gruppo di ascolto la possibilità di seguire in diretta streaming tutte le conferenze: è sufficiente inviare una mail di richiesta all'indirizzo frontiere@comune.brugherio.mb.it.

Sul canale Youtube della Biblioteca di Brugherio sono già disponibili in visione libera le edizioni precedenti di "Scienza ultima frontiera".

Per informazioni scrivere a biblioteca@comune.brugherio.mb.it, seguire il sito del Comune (sezione biblioteca) e la pagina Facebook della Biblioteca.

Si può chiamare lo 039 2893.401 o passare direttamente nella sede di via Italia 27.

Allegati:

Locandina iniziativa